5 consigli per una pancia piatta

La pancia piatta è il sogno di tutte, ma non sempre è solo questione di dieta e attività fisica...

di Giorgia Martino 7 agosto 2012 0:25

Ebbene sì, avete comprato quel meraviglioso completino aderente, immaginate come può slanciarvi, e quando vi andate a specchiare è tutto quasi perfetto, e quel ‘quasi’ è tutta colpa di quella collinetta prominente anche chiamata PANCIA. Come fare? Niente panico, please, e passiamo all’azione.

  1. State dritte. Imparare a stare in posizione eretta è fondamentale sia perché aumenta la percezione della vostra altezza sia perché non vi fa spingere il bacino in avanti con l’effetto pancia in primo piano. Quindi non inarcate la schiena e non dinoccolatevi. Allungate la colonna vertebrale e immaginate che un filo vi tenga in equilibrio dalla cima dei capelli. Fluttuate mentre camminate: vedrete che cambiamento anche nello stile!
  2. Provate l’agopuntura. Se pensate che il vostro addome gonfio sia un problema di stipsi o di ritenzione idrica, provate con l’agopuntura. L’inserimento di aghi minuscoli in alcuni punti del corpo possono aiutare a combattere la stitichezza facendo scorrere l’energia lungo i canali energetici o “meridiani”, ripristinando così il movimento intestinale. Un’altra causa del gonfiore che può essere affrontata con l’agopuntura è la tensione premestruale. In genere bastano una o due sedute di questa pratica.
  3. Evitate i cibi che gonfiano la pancia. Gli alimenti in questione sono le cipolle, l’aglio, i piselli, i fagioli, le lenticchie, i cavoli, il cavolfiore e i cavolini di Bruxelles. Si tratta di cibi ricchi di fibre vegetali che, digerite, possono produrre gas nell’intestino. Questo di per sé non è un problema, fino a quando non diventa fastidioso come dolore o esteticamente parlando. Altri cibi che causano molto gonfiore sono quelli ricchi di grassi, come patatine fritte, condimenti, formaggi e fritti che possono richiedere molto tempo per essere digeriti.
  4. Bevete molta acqua. Per quanto possa sembrare paradossale, se si beve poco si può soffrire di ritenzione idrica, e quindi di gonfiore. Inoltre, la situazione può essere aggravata da cibi salati, caffeina, alcol, bevande gassate e zuccherate, che incoraggiano le cellule del nostro corpo a trattenere i liquidi con conseguente gonfiore. Dunque bevete 8/10 bicchieri d’acqua al giorno, e il vostro corpo manterrà buoni livelli di liquidi e ridurrete così anche il problema della stitichezza, e dunque del gonfiore addominale.
  5. Assumete compresse di carbone vegetale. È uno dei metodi più veloci per avere il ventre piatto, questo perché il carbone vegetale ha grandi capacità di assorbire il gas e le tossine che nell’intestino possono portare al gonfiore. Le compresse di carbone vegetale sono disponibili sia in farmacia che nelle erboristerie, e ovviamente ricordatevi di chiedere al farmacista la posologia adeguata al vostro problema.

47 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti