7 cose che dovresti sapere sulle donne e sull’alcool

Abusare di bevande alcoliche sembra produrre effetti diversi e più pericolosi nelle donne che non negli uomini.

di Simona Vitale 4 settembre 2013 12:05

Ce ne sono di cose da dire sull’alcool. Studi hanno dimostrato che bere moderatamente può avere alcuni significativi benefici potenziali per la salute, la maggior parte dei quali di natura cardiovascolare. E godere di un bicchiere di vino o due (ancora una volta, la moderazione è la chiave) può essere un ottimo modo per rilassarsi durante una piacevole cena in famiglia o con gli amici

Ma, come molti di noi sanno, c’è un lato molto più oscuro legato al consumo di alcool. “Durante i 10.000 anni in cui gli esseri umani hanno bevuto bevande fermentate, si è tanto discusso dei loro meriti e demeriti”, rivela la Harvard School of Public Health. 

Nel dettaglio, si può sostenere che è particolarmente importante per le donne essere ben informate, dato che l’alcool comporta rischi specifici per il gentil sesso. Ecco perché abbiamo messo insieme questo elenco di sette cose che tutti dovrebbero sapere sulle donne e sull’alcool. Scopriamole insieme.

  1. Secondo delle stime rilasciate dai Centers for Disease Control e Prevention all’inizio di quest’anno, quasi 14 milioni di donne negli Stati Uniti si sbronzano circa tre volte al mese. Per le donne, una sbronza è normalmente identificata nel bere quattro o più bevande in un unico periodo, ma la maggior parte delle donne in media beve sei bicchieri. Le donne maggiormente propense a sbronzarsi sono quelle con redditi familiari superiori ai 75.000 dollari, così come lo sono le donne di età compresa tra i 18 e i 34 anni e al liceo. Secondo il CDC, 1 ragazza adolescente su 5 beve, pone in essere un comportamento che pone rischi gravi per la salute, tra cui lesioni involontarie, avvelenamento da alcool, malattie del fegato e ictus, tra gli altri.
  2. Le donne “bevono meno bene” degli uomini. Il corpo delle donne tollera l’alcool in modo diverso rispetto agli uomini, per ragioni che non sono ancora pienamente comprese. Potrebbe essere che l’ormone estrogeno interagisca con l’alcool in un modo che aumenta il rischio di problemi al fegato o potrebbe essere dovuto a differenze di enzimi dello stomaco. Inoltre, come l’Istituto nazionale sull’abuso di alcool e sull’alcolismo (NIAAA) sottolinea, il corpo delle donne ha meno acqua per chilo di quello degli uomini. Se un uomo e una donna che pesano lo stesso numero di chili bevono la stessa quantità di alcool, la donna avrà probabilmente una maggiore concentrazione di alcool nel sangue, perché disperde l’alcool nell’acqua e il suo corpo ne ha di meno.
  3. Poiché il corpo delle donne tollera l’alcool in modo diverso rispetto agli uomini, ci sono più probabilità di problemi correlati all’assunzione di alcool. Questi rischi includono malattie e condizioni specifiche, come le malattie del fegato, malattie cardiache e il cancro al seno, oltre alla stessa dipendenza.

    Il NIAAA definisce il limite di bere “a basso rischio”, come non più di sette drink a settimana per le donne, e non più di tre bevande in una qualsiasi sola occasione. Per gli uomini, tale limite non va oltre i 14 drink a settimana, e quattro bevande in un singolo giorno.

  4. Un nuovo studio pubblicato all’inizio di questa estate, effettuato su più di 500 uomini e donne, ha scoperto che le donne che abusano dell’alcool tendono a cercare aiuto 4-5 anni prima rispetto ai loro colleghi maschi. Rosemary Fama (un ricercatore senior presso la Stanford University, che non ha lavorato sullo studio) ipotizza che le donne possano allegare una stigma sociale inferiore al bere problemi rispetto agli uomini.
  5. Bere moderatamente in gravidanza non farebbe male. Ma siccome non esiste una soglia ben definita entro la quale è possibile dire che la quantità di alcool assunta non arreca pericolo, si consiglia comunque di non assumere alcool in stato interessante.
  6. Ad esempio, una donna che sorseggia un drink al giorno ha un piccolo aumento del rischio complessivo di contrarre il cancro, l’ACS spiega, mentre una donna che beve fino a cinque bicchieri al giorno ha circa una volta e mezzo il rischio di un donna che non bere affatto. Detto questo, il bere non è certo l’unico fattore di rischio per la malattia: ce ne sono molti altri che contribuiscono, tra cui lo stile di vita di una donna e i suoi geni.
  7. Uno studio tedesco pubblicato l’anno scorso ha concluso che la dipendenza dall’alcool è due volte più letale per le donne che per gli uomini. Il tasso di mortalità per le donne alcoldipendenti era quattro volte maggiore a quello degli uomini. Mentre il “perché” non è chiaro, la ricerca è in linea con altri studi che suggeriscono che l’effetto dell’alcool sulle donne sia particolarmente duro.

4 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti