Clorella, l’alga delle meraviglie

Disintossicante, riparatrice per la pelle e ottima soprattutto per i vegetariani, la Clorella è l'alga con il più alto contenuto di clorofilla.

di Giorgia Martino 21 agosto 2012 20:23

La Clorella è un’alga verde, ed è l’alimento con la più alta percentuale di clorofilla al mondo. Inoltre, è uno degli alimenti più completi ed è particolarmente conosciuta per le sua capacità di eliminare le tossine dal corpo, disintossicando così il fegato, l’intestino e il sangue.

La Clorella è ricca di proteine e altri nutrienti essenziali: secca è composta per il 45% da proteine, per il 20% da grassi, per il 20% da carboidrati, per il 5% da sali minerali e per il 10% da vitamine.

L’alga Clorella contiene 19 aminoacidi essenziali, tutte le principali vitamine (tranne la vitamina D) e tutti i principali minerali per essere un potente antiossidante.

E’ inoltre ricca di ferro altamente assimilabile, grazia alla presenza della vitamina C e della clorofilla che aiutano l’organismo ad assorbire il ferro. La Clorella è inoltre ricca di luteina, un pigmento naturale che protegge gli occhi dalla formazione di cataratta.

Come dicevamo all’inizio, il suo contenuto di clorofilla è davvero esorbitante, e arriva fino a quattro volte quello della spirulina, degli spinaci e delle ortiche. La clorofilla è una delle migliori sostanze per pulire intestino, sistema linfatico, fegato e sangue. Le alghe verdi sono le fonti vegetali con più elevata presenza di clorofilla, e la Clorella ha la percentuale di clorofilla più alta, che va dal 3 al 5%

C’è inoltre una notizia che la rende ottima per i vegetariani: la Clorella è una fonte di vitamina B12, che in genere si trova solo negli alimenti di origine animale. Oltre a ciò, è ricca di acido alfa-linoleico, un omega-3.

E’ inoltre molto utile per rigenerare le cellule: basti pensare che da anni fa parte degli ingredienti di cosmetici e creme, proprio perché ha una grande forza riparatrice per la pelle danneggiata. Contiene infatti un ormone che stimola la crescita naturale e la rigenerazione delle cellule.

Inoltre l’alga Clorella aiuta anche il nostro sistema immunitario, rinforzandolo: sembra infatti che riduca l’incidenza di raffreddori e influenza del 37%.

Non ci sono controindicazioni gravi nell’uso della Clorella, né alcuna tossicità riconducibile a quest’alga, l’importante è attenersi alle dosi consigliate dall’erborista o dal farmacista. Potrebbe esistere il rischio di fotosensibilità in persone che ne assumono ad alte dosi, così come in altre potrebbero esservi sintomi come aumento di acido urico, nausea, mal di stomaco, gas e flatulenza e aumento della peristalsi intestinale. Tuttavia si tratta di effetti indesiderati che tendono a scomparire dopo la prima settimana di utilizzo.

La Clorella, inoltre, può contenere iodio, che può causare una reazione allergica in persone che sono sensibili allo iodio stesso. Meglio evitarne l’uso in gravidanza e in allattamento.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti