Farmaci e pompelmo: gravi effetti collaterali

Interazione tra medicinali e pompelmo fortemente dannosa. Lo rivelano i ricercatori del Lawson Health Research Institute.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 27 novembre 2012 20:20

Farmaci e pomplemo: interazione pericolosa. Nel 1992 alcuni ricercatori inglesi hanno scoperto che mangiando pompelmo durante terapie farmacologiche aumentava il rischio di contrarre effetti collaterali.

A 20 anni di distanza, il team di ricerca del Lawson Health Research Institute di Londra ha scoperto che i medicinali che interagiscono in maniera tutt’altro che positiva con il pompelmo sono circa 85. Lo studio sugli effetti collaterali dati dall’interazione tra farmaci e pompelmo è stato pubblicato sul Canadian Medical Association Journal.

La colpa sarebbe da ascriversi alle furanocuramarine, delle sostanze chimiche vanno ad interagire con alcuni farmaci, alterandone la metabolizzazione. La lista è veramente ampia: si va dagli antibiotici ai farmaci per abbassare i livelli del colesterolo, fino a quelli per rafforzare il sistema immunitario.

Farmaci e pompelmoEffetti collaterali riscontrati

Per ciò che concerne gli effetti collaterali riscontrati da chi si è sottoposto a questo mix nocivo, segnaliamo: insufficienza renale acuta, insufficienza respiratoria, intossicazioni renali e emorragie gastrointestinali.

. Secondo David Bailey, team leader della ricerca, una normale dose di pompelmo è in grado di potenziare gli effetti di un farmaco, anche se il frutto viene ingerito a distanza di molte ore dall’assunzione del medicinale. Basti pensare che nei medicinali a base di statine, la combinazione con 200 ml di succo di pompelmo bevuto ogni giorno, per tre giorni circa, va ad aumentare la concentrazione sistemica oltre il 300%.

Alla luce di quanto emerge dalla ricerca del Lawson Health Research Institute, chi si sottopone a terapie farmacologiche, farebbe bene a tenersi alla larga da questo frutto, in modo da scongiurare la pericolosità di possibili effetti nocivi. Chi non riesce a fare a meno di mangiar pompelmo,  potrebbe trarre giovamento da un consulto con il proprio medico di famiglia, in modo da capire se i farmaci assunti periodicamente possono compromettere  la salute se assunti in concomitanza con questo gustoso frutto.

8 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti