ƒ

I benefici della contraccezione di cui non si parla

La contraccezione, si sa, aiuta ad evitare gravidanze indesiderate. Il punto è se non si desidera un figlio per questioni economiche...

di Giorgia Martino 28 settembre 2012 21:54

La contraccezione ha migliorato e cambiato la vita delle donne. Questo è indubbio! Il punto è che ci si è sempre soffermati sulla possibilità di non correre rischi di gravidanze indesiderate, eppure sembra che un altro vantaggio sia quello di permettere alle donne di godere della libertà finanziaria.

Le ricerche su queste motivazioni non sono particolarmente frequenti, ma tra queste si può annoverare quella di Jennifer Frost e Laura Lindber, autrici di un recente studio del Guttermache Institute cha ha chiesto a 2094 donne americane qual è il loro atteggiamento rispetto al controllo delle gravidanze. La maggior parte delle partecipanti ha affermato che la contraccezione è parte della loro strategia per il raggiungimento e il mantenimento di una stabilità finanziaria.

Il 60% ha dichiarato di usare un metodo contraccettivo perché non si può permettere di allevare un bambino dal punto di vista economico, e il 56% ha affermato che questo è importante per il proprio sostentamento. Il 51% ha detto che la pillola ha fatto sì che fosse portato a termine il percorso di istruzione, e il 63% afferma che, senza prole, riesce a prendersi cura anche della propria famiglia d’origine o del nucleo familiare già esistente. Quasi tutte le mamme che hanno partecipato al sondaggio hanno affermato che la contraccezione le aiuta ad avere più tempo ed energie da dedicare ai propri figli già nati.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Contraception, e arriva proprio in un momento in cui i diritti alla contraccezione delle donne sono un punto focale delle prossime elezioni statunitensi: ricordiamo che se Obama è a favore del semplice accesso economico alla contraccezione, Romney insiste più sulle questioni economiche rispetto a quelle sociali.

Di recente, Anna North di Buzzfeed Shift ha sostenuto che la ricerca del Guttermacher Institute non indaga come la contraccezione influisce davvero nelle opportunità di istruzione o di carriera delle donne, visto che è stato semplicemente chiesto alle donne se avessero in mente a qualcosa di positivo nell’uso dei contraccettivi. Tuttavia Anna North sostiene che le donne ritengono che la contraccezione le aiuta a mantenere il loro posto di lavoro. E questo non è un punto a favore della società, purtroppo, perché una madre lavoratrice dovrebbe essere tutelata, non costretta a non avere figli che potrebbe desiderare.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti