Il miglior cibo per migliorare le funzioni del cervello

Ottimizzare i processi cognitivi del cervello alimentandosi in modo corretto e prediligendo particolari cibi.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 20 settembre 2012 13:50

Migliorare le funzioni del cervello attraverso il cibo? Tutti abbiamo avuto difficoltà di concentrazione, purtroppo non vi sono pillole magiche in grado di ripristinare le nostre capacità cognitive. Ragione per la quale, è necessario compiere le scelte giuste a tavola, se si nutre il desiderio di ottimizzare il nostro apparato psichico.

Un’alimentazione corretta, improntata sull’utilizzo di alcuni cibi, infatti, oltre a curare il nostro corpo e a prevenire le malattie, ci permette di salvaguardare e migliorare le funzioni del cervello.

Una protezione indispensabile contro l’innarestabile declino delle funzionalità cognitive a cui si va in contro: perdita di concentrazioni, vuoti di memoria, etc. Le suddette teorie sono tutt’altro che il frutto di congetture, visto che numerosi studi hanno provato una correlazione tra l’alimentazione e i processi cognitivi.

Alcuni nutrienti sono particolarmente indicati per salvaguardare la funzionalità cerebrale e le malattie degenerative, tuttavia, è bene considerare la totalità della dieta. Recentemente, uno studio eseguito nel Regno Unito ha comprato che una dieta ricca di grassi saturi causa danni ai neuroni che si occupano della gestione del senso dell’appetito e dell’energia.

Di contro, fare colazione in modo sano (frutta di stagione, cereali integrali) consente di migliorare la memoria e la capacità di apprendimento degli studenti di tutte le età.

Qual è dunque il miglior cibo per il cervello?

1) Noci

Le noci presentano proprietà antinfimmatorie e favoriscono la circolazione, poichè ricche di acido alfa-linolenico. Il maggior apporto di sangue garantisce una maggiore ossigenazione al cervello e di conseguenza, ne migliora le funzioni. Non a caso uno studio su dei topi, presentato alla Conferenza Internazionale sull’Alzheimer del 2010, ha comprovato che i topi interessati da questa malattia erano riusciti a migliorare la propria memoria, la coordinazione e l’apprendimento grazie alle noci.

2) Olio d’oliva

L’olio d’oliva è un’importante fonte di grassi monoinsaturi. Quest’ultimi sono in grado di rallentare l’invecchiamento del cervello.

3) Frutti di bosco

Numerosi studi scientifici eseguiti sugli animali hanno comprovato che vi è uno stretto legame tra il consumo di frutti di bosco e la salute del cervello. Nutrendosi di frutti di bosco ci si assicura un declino mentale più lento, specialmente per ciò che concerne la memoria e l’attenzione.

4) Sardine

I pesci grassi come le sardine e il salmone, sono ricchisime di acidi grassi omega-3. Mangiandone a sufficienza, ci si assicura un più lenta degenerazione dei processi cognitivi legati alla memoria e all’attenzione.

5) Caffè

La caffeina è un ottimo stimolante per il cervello, dato che va a migliorare l’acutezza mentale. Tra l’altro alcune ricerche sostengono che l’assunzione di caffè consentirebbe di prevenire la depressione nelle donne.

6) Spinaci

Gli spinaci sono ricchissimi di luteina, un antiossidante in grado di salvaguardare il cervello dal declino cognitivo. Stando ad uno studio eseguito dall’Harvard Medical School, le donne inclini a mangiare crocifere e verdure a foglia verde, presentavano un tasso di declino cognitivo inferiore, rispetto alle proprie coetanee.

7) Cioccolata fondente

La cioccolata fondente fa bene al corpo, ricca di flavonoidi, ovvero degli antiossidanti in grado di migliorare il flusso sanguigno e di conseguenza la salute del cervello. Senza contare i benefici sul colesterolo e la pressione sanguigna.

8) Avocado

L’Avocado è ricco di grassi monoinsaturi, in grado di migliorare la salute vascolare e il flusso sanguigno.

9) Acqua

Quando ci si disidrata il tessuto cerebrale tende a ridursi. Numerosi studi hanno comprovato che la disidratazione può influire negativamente sui processi cognitivi del cervello, compromettendo la memoria a breve termine, i processi decisionali e l’attenzione.

10) Germe di Grano

Il germe di grano è ricchissimo di colina, sostanza nutritiva connessa alla produzione di acetilcolina, un neurotrasmettitore in grado di migliorare la memoria, identico discorso per ciò che concerne le uova.

11) Barbabietole

Le barbabietole sono un’eccellente fonte di nitrati, sostanze in grado di migliorare il flusso sanguigno al cervello.

12) Aglio

L’aglio può contrastare la comparsa di alcune forme di cancro al cervello, almeno stando ad uno studio pubblicato su una famosa rivista medica Usa “Cancer”. I composti di zolfo organico, sarebbero in grado di uccidere le cellule di glioblastoma.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti