Infarto: una donna su due è a rischio e non lo sa

La menopausa aumenta il rischio di malattie al cuore

di Anna Maria Cantarella 31 gennaio 2018 15:13

Dopo i cinquant’anni, con l’arrivo della menopausa, per le donne aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e di infarto. Per le signore over 50 l’infarto è la prima causa di mortalità e disabilità secondo l’Osservatorio Nazionale salute della donna e secondo i dati Istat 2015 dopo i 60 anni il 32% dei casi di infarto riguarda una donna. Rispetto agli uomini, le donne sviluppano problemi cardiovascolari con dieci anni di ritardo ma quando sopravvengono sono molto gravi. Le cause sono molte: sedentarietà, fumo, stress, pressione alta, diabete e una dieta ipercalorica, tutti fattori che possono aggiungersi a quello ormonale.

In menopausa infatti il calo drastico degli estrogeni espone le donne all’infarto perchè viene meno la loro attività di protezione sul sistema cardiocircolatorio, le arterie ne possono risentire e si possono formare delle placche che mettono a rischio il cuore.

MENOPAUSA, QUANDO ARRIVA? ECCO COME SAPERLO

Per i cardiologi non è una novità ma le più impreparate sull’argomento sono proprio le donne, che ignare del rischio che corrono non si sottopongono ai dovuti controlli e il ritardo diagnostico non fa altro che peggiorare la situazione. Le donne pensano a troppe cose, sono dedite al lavoro e alla famiglia, pensano a tutti e alla finiscono per dimenticare di prendersi cura di se stesse.

GLI INTEGRATORI NATURALI PER LE DONNE IN MENOPAUSA

Per rimediare ai danni causati dalla menopausa ed evitare infarto e altre patologie cardiocircolatorie i consigli sono sempre gli stessi: abolire il fumo, seguire una dieta equilibrata, fare un minimo di esercizio fisico (30 minuti al giorno sono sufficienti). Sembrerà banale ma sono le uniche regole da seguire che possono davvero allungarci la vita.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti