ƒ

Il sesso al primo appuntamento stronca le relazioni

Fare l'amore sin da subito, senza conoscersi a sufficienza, potrebbe essere dannoso per un futuro rapporto di coppia.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 15 ottobre 2012 19:52

Il sesso al primo appuntamento, può influire negativamente su un eventuale futura relazione. A sostegno di tale tesi, una ricerca condotta dalla Cornell University, recentemente pubblicata sul Journal of Marriage.

Per uno strano scherzo del destino, scienza e religione per una volta vanno d’amore e d’accordo. Tornando allo studio eseguito dalla Cornell University, chi spera in una relazione duratura o comunque mira ad un rapporto solido, all’insegna dell’affinità, farebbe bene a non bruciare le tappe e attendere un po’ prima di concedersi ai piaceri della carne.

In base ai dati che emergono dalla suddetta ricerca, aspettare prima di far sesso favorirebbe gli elementi in grado di donare solidità ad un rapporto di coppia: valori condivisi, cura, impegno. Il corteggiamento e la seduzione, dunque, fungerebbero da viatico per un rapporto più profondo.

Entrando nel dettaglio, gli studiosi hanno verificato che le donne che attendono più di sei mesi per far sesso con il partner, in genere presentano rapporti di coppia “idilliaci”, almeno prendendo come punto di riferimento valori come intimità, impegno, soddisfazione e attenzione dell’altro.

Coloro che invece hanno fatto sesso dopo meno di un mese dall’inizio della frequentazione, sembrano avere un rapporto di coppia piuttosto turbolento. Nel compiere lo studio, gli scienziati hanno analizzato i dati sui rapporti amorosi di 600 coppie. Il 72% delle coppie ha fatto sesso il primo mese, mentre il restante 28% ha aspettato oltre 6 mesi per “congiungere le carni”.

I punteggi riguardanti la stabilità della relazione, ottenuti dalle donne che hanno indugiato a lungo prima di concedersi al partner, sono stati tutti maggiori di quelle che si sono concesse dopo solo 1 mese. Risultati abbastanza simili per gli uomini, anche se, con poche differenze tra un gruppo e l’altro rispetto alle donne. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il gentil sesso è spesso dotato di maggiore sensibilità rispetto agli uomini.

4 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti