ƒ

Sonno disturbato: colpa di Facebook, Twitter, iPad e iPhone

Riposo sempre meno profondo a causa della tecnologia, almeno secondo una nota "sleep coach".

di Francesco Giuseppe Ciniglio 27 novembre 2012 19:35

Il sonno disturbato sarebbe provocato dal “nerdismo“. La dipendenza da pc, smartphone, iPad, iPhone, social network come Facebook e Twitter, specialmente nelle ore notturne, sarebbe in grado di compromettere il riposo.

Una sorta di semi-insonnia, che va a danneggiare sia il corpo che la psiche, sempre più diffusa tra i giovani. Basti pensare che in Gran Bretagna tale fenomeno ha raggiunto proporzioni tanto vaste da portare alla creazione di una nuova figura professionale: lo sleep coach, ovvero un allenatore del sonno.

Nerina Ramlakhan, sleep coach al Capio Nightingale Hospital di Londra, ha persino scritto un libro su questa problematica “Tired but wired”, ovvero “Stanchi ma connessi”. Secondo la Ramlakhan, pur dormendo, il cervello non riposa poiché rimane attivo per via del bombardamento di informazioni a cui ci si espone durante il giorno. Del resto è stato dimostrato che gl schermi luminosi sono in grado di ridurre di 1/4 i livelli di melatonina.

9 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti