10 consigli per prevenire le allergie

Starnuti, colpi di tosse, arrossamenti e pruriti con il sopraggiungere della primavera? Per fortuna è possibile evitare la comparsa di questi sintomi.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 19 marzo 2013 16:19

Con l’arrivo della primavera, molti italiani tornano a fare i conti con le allergie stagionali. Occhi arrossati, starnuti, tosse, pruriti, questi sono solo alcuni sintomi dei disturbi che si manifestano con il cambio di stagione. Problematiche riscontrabili soprattutto nei bambini, statistiche alla mano, infatti, sarebbe il 20% a soffrirne.

Stando a quanto affermato dagli esperti della Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps), riconoscere le allergie stagionali nella maggior parte dei casi è estremamente difficile. Per quale motivo? Sovente è possibile scambiarle per raffreddori o influenze.

Per tale ragione, al fine di avere conferme precise, sarebbe bene recarsi dal pediatra (nel caso di bambini) e dal proprio medico di famiglia (nel caso di adulti) e in seguito da un allergologo.

Quest’ultimo provvederà ad eseguire dei test specifici, con l’obiettivo di verificare la sensibilizzazione a sostanze ipoteticamente allergeniche.

Come prevenire le allergie – 10 consigli

Come recitava un famoso spot televisivo “prevenire è meglio che curare”.  Nulla di più vero, specialmente quando vi è la salute di mezzo. A tal proposito, la Sipps ha prodotto un decalogo destinato alle aspiranti madri, indicante le misure da adottare sin dai primi giorni della gravidanza, al fine di scongiurare il pericolo allergie nei neonati. Ovviamente si tratta di consigli indicativi e non della soluzione al problema, tuttavia, seguendoli è possibile diminuire considerevolmente il rischio che i piccoli hanno di essere interessati da allergie stagionali.

Vediamo dunque quali sono questi 10 comportamenti virtuosi che sarebbe preferibile intrattenere:

1) Smettere di fumare;

2) Stare lontane da traffico e smog;

3) Limitare il più possibile l’utilizzo di farmaci;

4) Allattare il bambino al seno, almeno per i primi 6 mesi di vita;

5) Evitare lo stress;

6) Ridurre le concentrazioni di acari della polvere;

7) Evitare di esporre i bambini al fumo passivo;

8) Fare attività fisica quando è possibile;

9) Iscriversi ad un corso di yoga;

10) Arieggiare continuamente l’abitazione

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti