20 modi per tornare in forma dopo le vacanze

Ritornare dalle vacanze con dei chili in più non è una tragedia, ma semplicemente un problema a cui è facile porre rimedio. Anzi, 20 rimedi!

di Giorgia Martino 17 Settembre 2012 10:36
Spread the love

Secondo la Coldiretti, dopo le vacanze gli Italiani si ritrovano con due chili in più che vanno ad appesantire glutei e giro vita. Per fortuna ci sono anche semplici rimedi per tornare in forma! Eccone 20:

  1. Bere acqua. L’acqua placa la fame, riempendo lo stomaco. Alcuni esperti, ad esempio, suggeriscono di sorseggiare lentamente un bicchiere d’acqua prima di ogni pasto: questo aiuta ad aggiungere volume e peso al proprio pasto.
  2. Fissare obiettivi realistici. I migliori programmi di dimagrimento sono quelli che consentono di perdere massimo 500 grammi a settimana: questo permette all’organismo anche di mantenere meglio i risultati.
  3. Pianificare gli sgarri. Se ci si permette di mangiare ciò che si vuole 1 pasto ogni 10, sarà possibile non soffrire troppo la fame e la frustrazione da dieta, evitando così pesanti danni sulla propria linea provocati da improvvise abbuffate.
  4. Contare fino a 10. Molti studi dimostrano che il forte desiderio di cibo ha il “tempo contato” di 10 minuti circa. Quindi, prima di cedere ad un peccato di gola, aspettate 10 minuti circa, e distraetevi in modo da non pensare al frigo, magari con una passeggiata, un bagno caldo o una chiacchierata con un’amica.
  5. Mangiare più spesso. Le persone che riescono a mantenere il peso forma per vari anni consecutivi sono quelle che in genere mangiano 5 volte al giorno: i pasti frequenti aiutano a ridurre il senso di fame, ad aumentare l’energia, a migliorare l’umore e ad accelerare il metabolismo, poiché è lo stesso processo di digestione che consuma a sua volta calorie.
  6. Fare modifiche graduali alla propria alimentazione. Cambiare abitudini alimentari improvvisamente può portare a frustrazioni e fallimenti. Meglio fare piccole modifiche ogni settimana, tipo ridurre prima i dolci, poi dopo una settimana sostituirli con della frutta, ecc.
  7. Iniziare con l’obiettivo di perdere il 10% del peso. Le persone che iniziano con quest’obiettivo hanno più possibilità di successo finale: perdere questa quantità di peso genera già ottimi risultati per la salute, poiché il grasso della pancia è in genere il primo ad andarsene e quello più nocivo.
  8. Insaporire i pasti con salsa piccante. Questo condimento può sostituire la maionese per fornire molto sapore senza grassi.
  9. Farsi il 30% di sconto al ristorante. Quando si mangia fuori si rischia di incamerare troppe calorie, considerando che non si conoscono le quantità dei condimenti presenti nei piatti. Allora l’ideale è lasciare sempre un terzo del piatto.
  10. Moderare l’uso di alcol. L’alcol contiene moltissime calorie, e i cocktail superalcolici a base di creme equivalgono praticamente ad un dolce ricco di zuccheri.
  11. Scriversi dei post it. Per ricordarvi di mettervi in riga e per incoraggiarvi, scrivete a voi stesse dei bigliettini sul frigo e sugli sportelli della dispensa. Qualcosa del tipo “Vuoi così tanto questo cibo da giocarti quella mini meravigliosa?”…
  12. Stare lontano dalle bevande gassate. Le bevande gassate sono la principale fonte di calorie vuote nell’alimentazione occidentale. Questi drink non soddisfano né l’appetito, né la sete né il portafoglio! Se si ha bisogno di qualcosa di dolce, meglio un piccolo cioccolatino che una lattina di bibita gassata, e se si ha sete è molto più efficace dell’acqua o del tè freddo.
  13. Non mangiare velocemente. I pasti lampo non soddisfano psicologicamente e fanno poi sgranocchiare per il resto della giornata. Meglio spendere più tempo per il pasto, sedendosi e gustando consapevolmente ogni boccone.
  14. Se si mangia fuori, fare scelte a basso contenuto di grassi. Per uno spuntino, dunque, meglio uno yogurt, un succo di frutta o un bicchiere di latte scremato, e per un tramezzino, meglio optare per il tonno al naturale, per salse light o per la mozzarella fresca.
  15. Non ossessionarsi con il bilancino. Meglio pesare gli alimenti ad occhio, non usando mai più di due cucchiaini di olio per piatto, due pugni di pasta come primo o un velo di marmellata a colazione sulle fette biscottate.
  16. Mangiare in modo intelligente. Cercare alimenti a basso contenuto calorico anziché quelli ricchi di grassi e zuccheri.
  17. Portarsi gli snack da casa. Per evitare di sgranocchiare ciò che capita durante la pausa caffè da lavoro, è molto meglio portarsi da casa una barretta ai cereali o una banana: saziano e non sono caloriche!
  18. Pensare positivamente. Gli esperti sostengono che una bassa autostima sia una delle principali cause da eccesso di cibo. Allenatevi invece a guardare i vostri pregi più che i vostri difetti, e comprate vestiti che vi stiano bene, qualunque sia la vostra taglia, anziché piagnucolare perché non entrate nella 42! Inoltre, truccatevi e fate spesso un giro dal parrucchiere: sono mosse indispensabili per sentirsi più belle e più sorridenti!
  19. Concedersi una pausa. Quando si intraprende un programma dimagrante, è più che normale subire battute d’arresto, dunque non bisogna sentirsi in colpa se si fatto un passo falso. Meglio rimettersi subito in carreggiata isolando il momento no come semplice episodio.
  20. Rilassarsi. Alcune persone mangiano di più quando sono stressate. Meglio dunque dedicarsi ad attività rilassanti, come lo yoga, la meditazione o semplici esercizi di respirazione.
Tags: dimagrire
Commenti