Acne: la cura è un virus

In futuro avremo una pelle priva di impefezioni grazie a dei batteri che si nutrono di brufoli? Secondo l'Ucla questo sogno potrà presto realizzarsi.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 30 settembre 2012 21:48

Scoperta grazie a dei virus una nuova eccezionale cura contro l’acne. I ricercatori dell’American Society for Microbiology, sul portale di mBio, sostengono la tesi che nella nostra pelle è presente un virus (del tutto innocuo) che, se stimolato in maniera adeguata può debellare l’acne.

Illazioni, specualazioni e poco più? Tutt’altro, visto che i ricercatori della Ucla (University of California and Los Angeles) e quelli dell’Università di Pittsburgh, hanno eseguito numerosi studi sul virus in questione. Dalle analisi, sarebbero emersi ben 11 varianti del prezioso batterio “mangia-brufoli”.

Alla luce di questa recente scoperta, dunque, potrebbe essere sufficiente trovare il modo di stimolare questi batteri, per contrastare la comparsa di brufoli e punti neri ed eliminarli.

Robert Modlin, autore dello studio, è dell’idea che questa scoperta potrebbe rivoluzionare la lotta all’acne. Non a caso, al momento non vi sarebbero trattamenti in grado di assicurare risultati permanenti. Sfruttando le potenzialità dei virus, che per loro natura amano nutrirsi di batteri, sarà molto più semplice contrastare il fenomeno dell’acne.

I virus in questione sono stati denominati “Fagi” e sono risultati avere caratteristiche comuni. La più rilevante è quella legata alla produzione di endolysina, un enzima in grado di eliminare i batteri.

Fagi vs farmaci

Alla luce di ciò è bene chiedersi “Cosa avrebbero i Fagi in più rispetto ad un antibiotico tradizionale?” E’ presto detto, contrariamente agli antibiottici, che svolgendo la loro funzione antibatterica vanno ad ammazzare anche quelli positivi, i Fagi permettono di neutralizzare esclusivamente i batteri legati all’acne. Senza contare che molti antibiotici sono tanto diffusi, che molti batteri hanno sviluppato delle specie di anticorpi ad essi. E’ poi bene considerare gli effetti collaterali presenti nei farmaci.

Conclusioni

Ad oggi, la ricerca scientifica ci insegna che l’acne è il frutto di determinati fattori: ormoni sessuali, sistema immunitario etc. Per contrastarla, al momento non vi sono rimedi miracolosi, ma solo “palliativi” in grado di attenuare l’insorgere dei brufoli. E’ dunque bene sperare che gli studi riguardanti i Fagi continuino a fare il loro corso, giungendo magari ad una cura definitiva contro l’acne.

10 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: acne · brufoli
Commenti