Alimenti per aumentare la fertilità femminile

Per quanto ostriche e champagne siano i cibi considerati afrodisiaci, la fertilità è soprattutto aiutata da alimenti vegetali, fibre e grassi insaturi.

di Giorgia Martino 11 ottobre 2012 2:00

Se si hanno problemi nel rimanere incinte, bisogna sapere che vi sono alimenti che in qualche modo aiutano la fertilità. Si tratta dei cereali integrali, dei grassi sani, delle proteine vegetali e ogni tanto anche dei dolci. E non si tratta di una semplice teoria: secondo uno studio effettuato su più di 18 mila donne in 8 anni, esistono dei cibi che influenzano positivamente la fertilità.

Ovviamente si sta parlando di infertilità ovulatoria, che rappresenta il 25% di tutti i casi di infertilità. Il discorso in questione non riguarda altri impedimenti fisici, come ad esempio le tube di Falloppio ostruite. Inoltre, non si tratta di consigli che vanno a sostituire quelli del medico: sono semplicemente piccole accortezze suggerite dalla ricerca e senza effetti collaterali.

Questi sono i consigli alimentari per aumentare la fertilità femminile:

Evitare i grassi trans. Questi grassi ostruiscono le arterie, e minacciano la fertilità danneggiando il cuore e i vasi sanguigni.

Utilizzare i grassi insaturi. I grassi monoinsaturi e polinsaturi contribuiscono a migliorare la sensibilità del corpo all’insulina. Per assumere grassi vegetali basta consumare più noci e semi. Tagliare invece i grassi saturi, che sono più che altro di origine animale.

Preferire le proteine vegetali. Sostituire la carne con fagioli, piselli, soia, tofu o noci può migliorare la fertilità nelle donne.

Scegliere carboidrati complessi. I carboidrati da preferire sono quelli da digerire lentamente e che contengono molte fibre, come i cereali integrali, la verdura, la frutta e i fagioli: questa tipologia di carboidrati migliora la fertilità attraverso il controllo di zuccheri nel sangue.

Preferire il latte intero. Se si vuole aumentare la fertilità, conviene scegliere il latte intero anziché quello scremato. Inoltre tutti i giorni si può anche consumare uno yogurt intero o una piccola porzione di gelato.

Assumere un multivitaminico. Riuscire a raggiungere la dose di 400 microgrammi di acido folico ogni giorno può aiutare a cominciare a ‘pensare per due’.

Assumere più ferro attraverso gli alimenti vegetali. La fertilità, in questo caso, è favorita dai cereali integrali, dagli spinaci, dai fagioli, dalla zucca, dai pomodori e dalle barbabietole.

Bere molto. L’acqua mantiene il corpo idratato, mentre al contrario le bibite zuccherate sono da evitare in quanto sembrano favorire l’infertilità ovulatoria.

Raggiungere il proprio peso forma. Essere in sovrappeso o in sottopeso può interrompere i normali cicli mestruali. Il migliore range di BMI (indice di massa corporea) per la fertilità va da 20 a 24.

Fare attività fisica moderata. Se si è troppo sedentarie e magari anche in sovrappeso, meglio cominciare a fare un po’ di attività fisica per aumentare la possibilità di rimanere incinte. Ma attente a non esagerare: troppo esercizio fisico, soprattutto se si è molto magre, può interferire negativamente con l’ovulazione.

8 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti