Attività sportiva in estate: mantenere i risultati dell’inverno

Fare sport in estate non è semplice perché il caldo aumenta la percezione della fatica. Tuttavia è possibile correre ai ripari per fare un buon mantenimento.

di Giorgia Martino 5 agosto 2012 21:59

Da oggi sembra che siamo inghiottiti tutti nella famosa ondata di caldo chiamata “lingua di Drago Africano”. Oh my God: non so se sembra più un ingrediente da pozione magica o il mostro più cattivo del livello più avanzato di un videogame! Fatto sta che il risultato non cambia: come diceva una famosa pubblicità, “Fa’ cald!“, e quanto caldo! Con temperature che sfiorano i 40°, dalle pagine colorate dei giornali intravediamo, con effetto “miraggio da deserto”, i fisici perfetti delle modelle che improvvisamente hanno deciso di ricordarci che abbiamo la cellulite e che tutti i mesi di palestra dell’inverno non son serviti a farci diventare come Madre Natura e Photoshop hanno fatto con loro.

Ok, magari la situazione non è poi così drammatica, ma volersi rimettere in forma con questo caldo diventa davvero un’impresa. Innanzitutto scordiamoci l’attività sportiva da cominciare solo un mese prima della prova costume, perché il corpo ha bisogno di mesi per tonificarsi e di anni per scolpirsi, per cui le corse inferocite a mezzogiorno per l’errata convinzione che sudare faccia dimagrire semplicemente possono rivelarsi fatali, o come minimo potrebbero provocare un collasso anche grave, per cui bando alle sciocchezze e ai colpi di testa.

Se invece praticate attività sportiva regolarmente in palestra o all’aperto, l’estate di sicuro è il momento di ‘allentare un po’ la presa’: non potete pretendere di sollevare gli stessi pesi che sollevate in inverno, o di avere la stessa resistenza che avevate fino a maggio, soprattutto quando le temperature diventano così insopportabili. In genere in palestra c’è l’aria condizionata, ma comunque la spossatezza accumulata durante la giornata si fa sentire.

Come fare per non perdere i risultati ottenuti durante le altre tre stagioni? Innanzitutto provate a concentrarvi di più sul relax (in fondo che vacanze sono se non vi rilassate?), facendo dello stretching mattutino che vi allunghi la muscolatura e che vi dia la giusta carica per affrontare la giornata in modo non frenetico. Provate ad utilizzare una musica lounge o trip hop come sottofondo, e i risultati sono garantiti.

Poi ancora, se proprio non volete rinunciare alla palestra, provate a diminuire almeno l’intensità e la durata delle sedute, “compensando” con più passeggiate al parco o al mare, e magari con qualche bella nuotata. Meglio ancora se vi dedicate ad un’attività sportiva in acqua, come l’acquagym o lo spinning in acqua, che uniscono ai benefici dello sport quelli del massaggio dell’acqua e di una pratica più che rinfrescante.

E poi non dimenticate un buon integratore di magnesio e potassio, sali minerali che vengono sempre persi con la sudorazione (in questo periodo abbondantissima, non v’è dubbio!) e la cui carenza provoca spossatezza, stanchezza degli arti e debolezza. Ovviamente, oltre ad un buon integratore di sali minerali, è fondamentale che mangiate frutta e verdura e che beviate molta acqua: gli integratori, infatti, “integrano” appunto, ma non possono e non devono sostituire la giusta assunzione di nutrienti tramite l’alimentazione.

Detto ciò, a settembre potrete riprendere senza alcun limite la vostra normale routine sportiva… e buone “wellness-vacanze”!

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti