Come curare i piedi: rimedi fai da te

Rendere i piedi più morbidi e setosi curandoli dopo l'usura che gli stessi hanno subito durante la stagione estiva.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 7 settembre 2012 21:33

Curare i piedi dopo l’estate? Dopo la stagione estiva i piedi si presentano più rovinati che mai. Questo deterioramento può essere dovuto ai sandali indossati durante la stagione estiva, alle lunghe corse sulla spiaggia o semplicemente al troppo tempo passato con i piedi nell’acqua.

Nessuno si occupa di curare i piedi in estate, finendo per vederseli tutti rovinati a settembre. Come eliminare dunque calli, durono e similari ed ottenere piedi soffici e setosi? Vediamo dunque qualche trattamento per ottenere dei piedi perfetti in soli 7 giorni.

Il trattamento andrà fatto tutti i giorni e i piedi appariranno come rinati.

– Pediluvio con oli essenziali e sale grosso

Optando per oli essenziali ammorbidenti e rivitalizzanti come l’olio essenziale di limone o quelli alla lavanda, rosmarino o menta i vostri piedi recupereranno l’antico splendore.

Riempite una tazza di sale grosso e servendovi del contagocce, unite al sale 20 gocce degli oli essenziali da voi prescelti. Nel mentre riempite una bacinella d’acqua calda (la temperatura deve essere elevata visto che il sale dovrà sciogliersi al suo interno). Successivamente immergete i piedi nell’acqua lasciandoli in ammollo per una quindicina di minuti.

Mentre fate il pediluvio potreste cogliere l’occasione per ascoltare un po’ di musica o magari per bere una tisana drenante, l’ideale per attenuare il gonfiore dei piedi.

– Pietra pomice

Passate la pietra pomice sui talloni eseguendo movimenti circolari e senza forzare troppo la mano. Così facendo eliminerete la pelle morta e le parti ruvide.

– Scrub con limone, miele, zucchero e lavanda

Servendovi di una ciotola mescolate un cucchiaio di zucchero con uno di miele, alcune gocce di olio essenziale alla lavanda e qualche goccia di succo di limone.

Nulla di meglio di questo scrub dopo il pediluvio e il passaggio della pietra pomice. Insistete sulle zone più ruvide, tallone in primis. In seguito sciacquate con acqua tiepida. Lo scrub andrà ad eliminare i residui di pelle rovinata e nel mentre nutrirà la pelle rendendola soffice e luminosa.

– Massaggio con crema

Fatto lo scrub asciugate i piedi e massaggiateli con cura servendovi di una crema nutriente. Continuate il massaggio finchè la crema non si sarà assorbita del tutto. In questo modo avrete rivitalizzato i piedi grazie al massaggio e nutrito l’epidermide dei piedi per via dell’utilizzo della crema nutriente.

– Burro di Karitè

Se avete un paio di calze vecchie da buttare potreste provare l’impacco notturno al burro di Karitè. Prima di andare a nanna spalmate sui piedi il burro di Karitè, lasciandone uno strato spesso. Successivamente indossate le calze e andate a letto.

Il burro di Karitè svolgerè la sua azione emolliente durante la notte, con il risultato che al risveglio noterete una pelle setosa e morbida. Per eliminarne i residui fate un piccolo pediluvio,ricordandovi di applicare la crema subito dopo.

Ricordatevi di fare questo trattamento tutti i giorni per una settimana, i miglioramenti non tarderanno a venire.

4 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti