Come curare la pelle del viso: cute sensibile

Rendere più elastica, resistente e spessa la pelle del viso, contrastando l'ipersensibilità della stessa.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 14 agosto 2012 22:32

Avete la pelle del viso particolarmente sensibile e non sapete come curarla? Chi ha una pelle del viso particolarmente sensibile, spesso presenta un debolissimo film idrolipidico e una spiccata reattività.

Mostrandosi povera di barriere naturali efficaci, questo tipo di cute ha la tendenza a arrossarsi e irritarsi con estrema facilità, specialmente quando viene sottoposta all’influenza di agenti esterni quali polveri, inquinamento, freddo, caldo, fumo. Vediamo dunque come è possibile prendersene cura.

Pulizia

Una cute particolarmente sensibile, deve essere detersa con dei prodotti delicatissimi, che non vadano ad aggredire il film idrolipidico. Ad esempio è possibile adoperare un latte ricchissimo di flavonoidi e l’acido tioctico o magari un gel detergente che contiene sostanze lenitive e protettive.

Il atte detergente potrà essere applicato attraverso un dischetto di cotone, mentre il gel potrà essere applicato con le dita. Una volta che l’applicazione si sarà conclusa, bisogna risciaquare in maniera abbondante.

Nel caso in cui si adoperino dei saponi, è fondamentale che questi non presentino schuma, poichè la schiuma grazie ai tensioattivi, va a sgrassare eccessivamente la cute, finendo con l’indebolirla ancor di più.

Idratazione

Una pelle particolarmente sensibile deve essere idratata di continuo. Per le ore diurne è possibile scegliere prodotti idratanti che abbiano al proprio interno sostanze come glucosamina e deltalattone. Per la sera e la notte, è invece optare per una crema elasticizzante, idratante e rassodante, ricca di vitamina E, Sod e glucosamina.

Consigli

Seguendo delle buone abitudini sarà possibile proteggere la propria pelle. Tra queste segnaliamo:

1) Evitare l’uso di acqua eccessivamente calda quando si provvede a lavarsi. Il calore eccessivo, infatti, finisce con l’aggredire la cute, che dal canto suo reagisce seccandosi e arrossandosi.

2) Limitare i passaggi immediati dagli ambienti freddi a quelli caldi e viceversa;

3) Adoperare un due volte alla settimana una maschera specifica per pelli sensibili, in modo che la cute si decongestioni e possa rinforzare le proprie difese.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti