Come curare un’unghia incarnita: rimedi e prevenzione

Risolvere questo inestetismo adottando comportamenti corretti e prevenendo il problema con i dovuti accorgimenti.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 2 settembre 2012 16:25

Come comportarsi se si è alle prese con un’unghia incarnita? L’unghia incarnita è una delle problematiche più fastidiose. Questo perché ciò che all’inizio può sembrare solo un lieve fastidio, alla lunga può trasformarsi in un brutto incubo, visto i dolori che comporta.

Che cos’è l’unghia incarnita? Si può parlare di unghia incarnita quando l’unghia va a crescere all’interno della carne e non su di essa. Questo inestetismo riguarda le unghie dei piedi, specialmente l’alluce. I soggetti più a rischio sono coloro che presentano unghie grosse ed incurvate.

Quali sono le cause dell’unghia incarnita?

Le cause possono essere molteplici. In genere l’unghia incarnita deriva dalla cattiva abitudine di tagliare le unghia dei piedi eccessivamente corte o ricurve attorno al bordo. L’unghia incarnita può derivare anche dall’abitudine di indossare scarpe molto strette, che finiscono col premere sulle unghie.

A volte succede di ritrovarsi un’unghia incarnita per via di una lesione provocata da un calcio o da un pestone (magari durante una partita di calcio o di basket. In questi casi, infatti, è facile ritrovarsi con un’unghia spezzata.

Come capire se si ha un’unghia incarnita?

Al di là del fatto che in genere questo inestetismo è visibile ad occhio nudo, un’unghia incarnita si solito presente i seguenti sintomi: arrossamento, dolore intenso, gonfiore, infezione, tessuto di granulazione, pus.

Come muoversi?

Quando si è alle prese con un’unghia incarnita, il primo passo da compiere è quello di rivolgersi ad un podologo. La medicina può infatti risolvere il problema dell’unghia incarnita in 3 diversi modi:

1) Sollevamento dell’unghia

Questa soluzione può essere adottata quando l’incarnamento dell’unghia si trova al primo stadio. E’ possibile mettere della garza sotto il margine laterale dell’unghia in modo da dividerla dalla cute. Così facendo l’unghia ricrescerà sopra la pelle. E’ bene però disinfettare e cambiare la garza ogni giorno fino alla scomparsa del rossore.

2) Trattamento podologico

Si va a rimuovere la spicula ungueale che incuneandosi nei tessuti molli provoca dolore, gonfiore, arrossamento e infezione.

3) Terapia chirurgica

Questa cura è per i casi più gravi. Se l’unghia sanguina e vi è del pus, è fondamentale asportare in via definitiva la matrice (o parte di essa) che origina l’unghia. Per prevenire questo inestetismo, è bene:

– Tagliare le unghie dritte, evitando di tagliarle troppo corte;

– Fare pediluvi;

– Indossare scarpe e calze comode (indossando scarpe alte col tacco o particolarmente strette, le probabilità di sviluppare un’unghia incarnita aumentano vistosamente).

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti