Come dormire meglio: rimedi pratici

Imparare a riposare meglio adottando dei piccoli accorgimenti e intrattenendo una vita più equilibrata.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 8 Settembre 2012 16:53
Spread the love

Dormire meglio? Riposare adeguatamente è fondamentale per il proprio benessere. Il sonno è un’attività molto sottovalutata, un vero peccato, visto che solo mediante esso l’organismo riesce a rigenerarsi e il sistema immunitario ha modo di rinforzarsi.

Alla luce di ciò è facile comprendere l’importanza di dormire meglio. Per migliorare la qualità del proprio sonno è fondamentale seguire degli accorgimenti in grado di fare la differenza.

Può sembrare superfluo, ma mantenere sempre i medesimi orari quando si tratta di andare a dormire, è fondamentale per donare al corpo dei ritmi naturali e dormire bene, senza interruzioni.

Cercate dunque di andare a letto sempre alla stessa ora e di svegliarvi naturalmente sempre al medesimo orario. Secondo gli esperti sarebbe bene non usare la sveglia per alzarsi dal letto, ma farlo in modo del tutto naturale, abituando il corpo ad alzarsi soltanto quando è riposato a sufficienza.

– Dormite di continuo

Dormire in modo frammentario non è per nulla riposante e può provocare sonnolenza durante il giorno. Cercate dunque di non fare le ore piccole con la speranza di recuperare successivamente con una pennichella.

– Pisolino

Come abbiamo appena detto, dormire poco appositamente per poi fare un pisolino nel pomeriggio con la speranza di recuperare il sonno è altamente sconsigliato, ma se non potete farne a meno, fate un sonnellino nel pomeriggio. La “siesta” non dovrà durare più di 90 minuti e l’ideale sarebbe riposarsi verso le 3 del pomeriggio.

– Evitare la caffeina nel pomeriggio e non bere alcool prima di andare a letto

Tè e caffè non sono certo le bevande atte a conciliare il sonno, specialmente se avete problemi di insonnia. Per questa ragione assumete tè e caffè esclusivamente al mattino. Per ciò che concerne l’alcool, sarebbe bene non bere almeno 3 ore prima di andare a letto. L’alcool è infatti un eccitante e finisce col compromettere il sonno.

Attività fisica fra le cinque e le sette del pomeriggio

L’attività fisica aumenta il livello di endorfine nel corpo. Questa cosa aiuta a riposare meglio e va a migliorare la qualità del sonno. Il migliore momento per fare dell’attività fisica non è la mattina come erroneamente si pensa, ma tra le cinque e le sette del pomeriggio.

Sarebbe dunque meglio riposare qualche ora in più al mattino e fare attività fisica a quest’ora. Evitate però di stancarvi troppo prima di andare a nanna, poiché la temperatura del corpo potrebbe rimanere troppo elevata nel corso della notte.

Eliminate ogni spiraglio di luce

E’ fondamentale riposare al buio, senza alcuna fonte di luce in grado di disturbare il sonno. Questo vi aiuterà a riposare al meglio e a recuperare tutte le vostre energie.

Preoccupatevi di chiudere le persiane, usate un asciugamano per oscurare la luce che passa da sotto la porta. Ricordatevi poi di indossare una mascherina per dormire.

– Eliminare i rumori

I rumori disturbano il sonno come la luce. Spegnete tutto e dotatevi di un paio di tappi per le orecchie.

– Mangiare adeguatamente

Ricordatevi di non esagerare con il cibo e di evitare il consumo di carboidrati la sera (pasta, pane, patate) visto che quest’ultimi vanno a risvegliare il corpo.

Conclusioni

Un buon sonno può regalare un benessere profondo, una pelle più tonica e un umore migliore. Non dimenticatelo mai!

Tags: dormire
Commenti