Come fare il bagno a un bambino passo dopo passo per ogni età?

Consigli pratici per tutti i genitori

di Redazione 31 Marzo 2022 9:46
Spread the love

Il momento del bagnetto può rappresentare una situazione critica per molti genitori. Capricci, schizzi d’acqua e il bimbo che vuole giocare sono i contrattempi più frequenti che mamma e papà si trovano ad affrontare. Oltre a questo ci sono molte domande alle quali spesso, soprattutto se si è al primo figlio, non si sa rispondere. Il bagnetto va fatto tutti i giorni? Quali prodotti è meglio usare? Come gestire il bambino? In questa guida vogliamo fornire i consigli più utili per sapere come fare il bagno a un bambino passo passo.

bagnetto bimbi

Come lavare un neonato

Se il bambino è molto piccolo e il moncone ombelicale non è ancora caduto, è opportuno utilizzare solo spugnature per il bagnetto. Si deve poi fare molta attenzione all’ambiente in cui si fa il bagnetto, che dovrà essere riscaldato. Si può utilizzare anche il fasciatoio il mobile in cui sono riposti i pigiami per bambini, a patto che sia il bimbo sia chi lo lava stiano comodi. Poiché il bimbo tende a muoversi spesso, magari anche solo per giocare, si deve fare attenzione e non lasciarlo mai. Sarà sufficiente tenerlo con una mano mentre con l’altra si esegue la spugnatura.

L’occorrente da avere vicino, per non doversi allontanare, consisterà in una bacinella con acqua tiepida (non calda) e delle salviette pulite.

Mentre si lava il bimbo lo si terrà coperto da un asciugamano scoprendo via via solo le parti da detergere, in modo che non prenda freddo. Sarà sufficiente inumidire la salvietta nell’acqua tiepida alla quale si può aggiungere qualche goccia di detergente specifico per bambini e passare la salvietta sui vari punti del corpo.

I punti più delicati su cui soffermarsi saranno le pieghe dietro le orecchie, sotto le ascelle per terminare con la zona del pannolino.

Infine, si potrà asciugare il bimbo con un’altra salvietta pulita e asciutta tamponando piano la pelle.

Come organizzare la bacinella del bagnetto?

Innanzitutto comoda. Il bambino vi deve entrare e la mamma o il papà devono poterlo lavare agevolmente. Per quanto riguarda il materiale può andare bene la plastica a patto che venga lavata bene dopo ogni bagnetto. In questo modo non vi si depositeranno né residui di sporco né tracce di sapone. Anche il lavandino può essere una soluzione, sempre che sia abbastanza capiente naturalmente. Molti genitori utilizzano le piscinette gonfiabili che risultano anche divertenti per il bimbo.

Per quanto riguarda l’acqua, questa come detto dovrà essere tiepida, quindi a temperatura del corpo. Ci si può aiutare con un termometro a immersione ma ciò che conta è che l’acqua non sia né troppo calda né fredda.

Il livello non dovrà essere troppo alto, perché il bimbo potrebbe scivolare e bere un po’ d’acqua. Sui 6-7 centimetri può essere un livello adeguato.

Come fare il bagnetto al bimbo più grande

Quando il bambino diventa più grandicello e riesce a stare eretto nella vaschetta, ciò non vuol dire che potrà essere lasciato solo. Anche in questo caso è sempre opportuno avere tutto a portata di mano, e in particolare anche i pigiami per bambini, in modo che si potrà cambiare e preparare il bimbo per la notte subito dopo il bagnetto.

Il bimbo andrà spogliato e immerso nella vaschetta senza attendere, altrimenti prenderebbe freddo. Se si attarda a giocare o inizia a fare i capricci, lo si potrà accompagnare con decisione dentro la vaschetta. Un consiglio utile è quello di (se ci si riesce) non bagnare una delle due mani, in modo da usare la mano asciutta per tenere saldamente il bimbo evitando che scivoli.

Il bimbo dovrà entrare nella vaschetta cominciando dai piedini, piano piano per farlo acclimatare. Si salirà poi sulle gambine per insaponarle, per poi farlo sedere dentro la bacinella o il lavandino. Il pancino potrà essere bagnato con l’acqua tiepida per non fargli prendere freddo, e sarà sempre bene non attardarsi troppo per lo stesso motivo.

Ci sarà tempo per giocare dopo il bagnetto, ma è opportuno che il piccino prenda l’abitudine del bagnetto come di qualcosa di piacevole ma non un gioco, altrimenti poi sarà sempre più difficile farlo uscire.

Se il bambino si insapona le manine, è bene sciacquarle subito, perché potrebbe portarle alla bocca e ingerire il detergente.

Quando è meglio fare il bagnetto?

Il bagnetto può diventare un momento di piacere e di preparazione al sonno per il bimbo. Per questo motivo lo si può fare prima di andare a dormire, dopo la cena.

In questo caso il bagno deve essere a temperatura riscaldata e il bimbo dovrà essere vestito con il pigiamino subito dopo essere stato asciugato.

Inoltre si potrà impiegare questo tempo per coccolare il bimbo cantandogli una ninna nanna in modo che alla fine non solo sia pronto per dormire, ma che associ quel momento a un piacere che attende ogni sera.

Commenti