Come gestire il lavoro negli ultimi mesi di gravidanza

Per non nuocere a se e al bambino

di Miss Milla 13 maggio 2015 11:00

Dovete partorire a fine estate e cominciate davvero a sentirvi stanche con l’arrivo del caldo, avreste voluto lavorare fino al settimo mese ma siete davvero provate dal mal di schiena e dalla stanchezza, vediamo come fare per gestire il lavoro, senza nuocere al bambino e a voi stesse.

La prima cosa da considerare è il tipo di lavoro che svolgete, se siete impiegate e trascorrete la maggior parte del tempo sedute, senza sforzi eccessivi, il consiglio è quello di bere molto, alzarsi ogni tanto per passeggiare e favorire la circolazione, evitare eccessiva aria condizionata, alimentarsi con molta frutta e verdura durante le pause.

Se invece svolgete un lavoro faticoso, che vi impone di stare in piedi tutta la giornata, piegarvi e spendere energia, è il caso che valutiate bene il da farsi, dovete tutelarvi. Quando non vi sentite bene e accusate estremo affaticamento fermatevi, chiedete qualche giorno di riposo e fatevi controllare dal ginecologo.

Se è vero che la gravidanza non è una malattia e dunque potete continuare a praticare le attività quotidiane, è altrettanto vero che è una condizione faticosa, a causa dell’aumento di peso, del cambiamento ormonale e della pressione psicologica che comporta un evento come questo.

Non fate dunque le donne invincibili se avete delle difficoltà, ascoltate il vostro corpo, lui vi saprà dire di cosa avete bisogno e quali sono i vostri limiti.

Sarete ricompensate per i vostri sacrifici, basta solo avere pazienza e attendere l’arrivo del vostro bambino con entusiasmo ma anche con consapevolezza e responsabilità.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti