Come gestire la rottura di un rapporto

Dal sostegno all'intraprendere nuove attività

di Miss Milla 4 marzo 2014 8:30

A prescindere da chi sia a determinare la fine di una relazione, il dolore che si prova è devastante, la persona che è stata il vostro punto di riferimento, all’improvviso non fa più parte della vostra vita e  dovete ristrutturare la vostra esistenza. Nulla vi eviterà la sofferenza, ma sicuramente potete trovare delle strategie per riprendere possesso della vostra vita e della vostra serenità.

Per prima cosa, dedicatevi del tempo in solitudine per poter metabolizzare l’enorme cambiamento, piangete e pensate pure ai bei momenti passati insieme, ma evitate di isolarvi, passare del tempo con gli altri inevitabilmente vi terrà occupata la mente e vi aiuterà a sentirvi utili, con uno scopo concreto nella vostra esistenza.

Chiedete aiuto ai vostri familiari e amici e non vergognatevi, lasciarsi è un lutto e dovete imparare a vedere l’altra persona diversamente da quello che è sempre stata, cercate di mantenere un rapporto di comunicazione, chiamate l’altro se ne avete bisogno, confrontatevi e se volete incontratevi e parlate, comunque siete stati importanti l’uno per l’altro.

Se il sostegno delle persone a voi vicine, non è sufficiente, chiedete un aiuto professionale, potrete aver bisogno di cambiare la vostra vita totalmente e un aiuto competente può risultare necessario.

Infine dedicatevi a nuove attività, questo è il momento giusto per dare sfogo alla vostra creatività e riacquisire quella indipendenza che in alcuni casi può venire meno, senza neanche accorgervene tornerete a sorridere e capirete di potervi fidare anche di altre persone e potervi buttare in eccitanti avventure, mi raccomando non demordete!

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti