Come prevenire e curare la candida

Contrastare e stroncare sul nascere questa fastidiosa infezione, adottando dei piccoli trucchi.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 14 novembre 2012 22:02

Sono tantissime le donne interessate da candida, infezione femminile che in genere si manifesta con bruciore, prurito e perdite fastidiose. Per chi non lo sapesse, la candida è un’infezione da fungo che va a colpire i genitali femminili.

Questo disturbo tende a colpire le donne in età fertile, presentandosi più volte nel corso della vita. Per fortuna si tratta di una patologia non troppo rischiosa, tuttavia, risulta essere particolarmente fastidiosa.

Stando agli ultimi sondaggi, il 75% delle donne contrae la candida almeno una volta lungo il corso della vita. Nel 90% dei casi, la patologia è da ascriversi ad un fungo conosciuto con il nome di “Candida Albicans“.

Candida – Come curarla

La cura più gettonata per la cura della candida è quella che prevede una terapia locale basata su creme vaginali, ovuli antifungini e lavande specifiche a base di antimicotici: miconazolo, clotrimazolo, etc. E’ bene però precisare che gli antimicotici risultano essere efficaci solo per contrastare lievi infezioni e non “recidive”. Chi invece soffre di candida “ricorrente”, farebbe bene ad eseguire una terapia con antimicotici mediante via orale, a patto però che l’infezione non sia provocata da Candida Albicans.

Gli antimicotici locali per contrastare questa infezione sono tantissimi. Quelli più economici prevedono un utilizzo sul lungo periodo, mentre quelli con un costo più elevato prevedono poche applicazioni. Durante la terapia, sarebbe bene evitare di contrarre rapporti sessuali.

Candida – Come prevenirla

Per fortuna è possibile prevenire la candida intrattenendo delle buone norme igieniche. In primis, sarebbe bene lavare con cura i genitali con un sapone acido, specialmente se si ha una vita sessuale attiva.

Utile anche evitare lavande e spray vaginali e scegliendo prodotti per l’igiene intima privi di profumo e dalla formulazione delicata. Da evitare l’utilizzo di lavande intime, poiché, limitando le secrezioni vaginali, si finirà per alterare l’ambiente, facilitando la comparsa di infezioni.

Alimentazione

Sarebbe inoltre preferibile intrattenere un’alimentazione corretta, limitando grassi e dolci in favore di frutta e verdura, fermenti lattici e yogurt.

Biancheria intima

Per quel che concerne la biancheria intima, da bandire i materiali sintetici (nylon, microfibra) e privilegiando il cotone.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti