E’ morta Piera degli Esposti: un’icona del teatro italiano tutto

Piera degli Esposti aveva 83 anni: una vita piena alle sue spalle e una carriera straordinaria. Donna sensibile, delicata e profonda, artista dal calibro notevole e attrice di spessore

di Maria Barison 16 Agosto 2021 18:49
Spread the love
Piera degli Esposti

E’ morta l’attrice Piera degli Esposti

Piera Degli Esposti, nota attrice teatrale, anima sensibile, icona del teatro e del cinema italiano, si è spenta. L’attrice, malata da tempo, era stata ricoverata all’ospedale Santo Spirito di Roma, nel quale è rimasta fino alla fine. Si è spenta a causa di complicazioni polmonari, conseguenze di una lunga malattia che l’ha strappata alla vita, ma non al ricordo. Piera degli Esposti aveva 83 anni: una vita piena alle sue spalle e una carriera straordinaria. Donna sensibile, delicata e profonda, artista dal calibro notevole e attrice di spessore: era stata definita da Eduardo De Filippo “O verbo nuovo”, un nuovo modo di interpretare, vivere e sperimentare il teatro.

La sua grandezza, stava nel suo essere fortemente anticonformista, velatamente spregiudicata, enormemente sensibile: Piera degli Esposti, era una donna e un’attrice particolare, e questa sua particolarità, è ritornata in tutti gli aspetti della sua vita. La sua formazione è avvenuta attraverso le donne, e non attraverso le accademie, dalle quali spesso è stata rifiutata. Nel teatro e nel cinema, ha lavorato accanto a personaggi di grandissimo spessore, ed è stata diretta dai più importanti registi del cinema italiano tutto.

E’ riuscita a dare una scossa al teatro, sviscerandolo nel profondo insieme al grande Carmelo Bene; ha lavorato con Cobelli e Calenda, con Proietti, e con diversi altri mostri sacri del palcoscenico teatrale italiano, nel quale ha mostrato la sua vera grandezza e la sua profonda sensibilità. Nel cinema invece, ha lavorato con grandi registi, dai quali è stata diretta con successo: Lina Wertmuller, Pasolini, Tornatore. Ha vinto due David, come miglior attrice: il primo interpretando il un film di Bellocchio “L’ora di religione”, e il secondo, interpretando un film di Sorrentino “Il divo”.

Una carriera di successo, che non può essere dimenticata: cosi Piera degli Esposti, viene ricordata per la sua magnificenza, la sua voce, la sua capacità interpretativa, la sua profonda intelligenza. Il ministro della cultura, Dario Franceschini esprime il suo cordoglio per la perdita di una delle artiste italiane di maggiore rilievo; allo stesso modo, il Presidente della Biennale di Venezia, esprime il suo cordoglio per la perdita di un’artsi8ta che per molte generazioni è stata un riferimento. Moltissime sono state le collaborazioni dell’attrice con la Biennale, tra cui: “la cortigiana”, “Sogni d’oro”, “I baci mai dati”.

Era per molti la regina scalza, ovvero un’interprete perfetta, capace di indossare qualsiasi ruolo con naturalezza e immensa bravura, cosi, come solo lei sapeva fare.

Commenti