Il mango aiuta a dimagrire

La buccia di due varietà di mango è risultata essere snellente, perché previene e inibisce la formazione di cellule adipose.

di Giorgia Martino 20 giugno 2012 20:55

Il sapore del mango è squisito e dolcissimo, e si tratta anche di un frutto dimagrante. Tuttavia non è la parte più buona del frutto, la polpa, ad avere proprietà snellenti, bensì la sua buccia. E’ questo ciò che emerso da uno studio dell’Università di Queensland, i cui risultati sono stati pubblicati su Food and Function, rivista della Royal Society of Chemistry.

In particolar modo si tratta della buccia di due varietà di questo frutto, il mango Irwin e il mango Nam Doc Mai: essa previene la formazione di cellule adipose, ossia quel processo noto come adipogenesi. Altri tipi di mango, invece, hanno delle bucce che non hanno tutte queste proprietà. Spiega Greg Montenth, il coordinatore della ricerca:

Probabilmente il responsabile delle differenze sta in una complessa interazione di composti bioattivi unici per ogni estratto di buccia.

Al contrario della buccia, la polpa non ha assolutamente nessun effetto snellente. L’unico effetto collaterale sta nel fatto che l’inibizione dell’adipogenesi può causare delle cellule adipose più grandi, che hanno un ruolo importante nello sviluppo del diabete di tipo 2.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti