Infezioni sessuali: le coppie aperte rischiano meno

Secondo uno studio recente, si verificano meno infezioni sessuali fra le coppie aperte rispetto a quelle monogame in cui c'è un tradimento clandestino.

di Giorgia Martino 18 giugno 2012 23:48

Sembra strano, eppure non lo è: le coppie aperte rischiano di contrarre meno malattie di origine sessuale dai terzi incomodi di turno rispetto alle coppie in cui vi è un tradimento celato. Questo è il risultato che emerge da uno studio della University of Michigan pubblicato sulla rivista Journal of Sexual Medicine.

Il motivo di tale differenza starebbe nel fatto che gli infedeli che consumano il tradimento in modo clandestino farebbero più uso di alcol e droghe, probabilmente anche per attenuare eventuali sensi di colpa, e questo li farebbe stare meno attenti all’uso del preservativo, tanto che le precauzioni nei tradimenti risultano essere utilizzate con una frequenza del 27% in meno nel caso di sesso vaginale e del 35% in meno nel caso di sesso anale rispetto ai rapporti con un amante “lecitamente riconosciuto” dal coniuge. Questo minore utilizzo del preservativo si fa risalire, appunto, ad un maggiore uso di alcol e droghe che supera del 64% l’utilizzo che si fa delle stesse sostanze nei casi delle coppie aperte e dei tradimenti “permessi e consensuali”.

Il campione preso in esame per questa ricerca prevedeva 1647 persone che hanno risposto ad un annuncio online. Tra loro poco meno della metà (801 soggetti) aveva fatto sesso con una persona diversa dal partner, e di questi  801, 493 affermavano di essere in una relazione aperta anche ad altre avventure, mentre 308 si definivano all’interno di una relazione monogama ma comunque infedeli al partner.

Al riguardo di questa ricerca si è espressa Terri D. Conley, ricercatrice del Dipartimento di Psicologia presso la University of Michigan, dove è stato effettuato lo studio:

La ricerca suggerisce che le persone infedeli a partner monogami corrono un rischio maggiore per le malattie sessualmente trasmissibili rispetto a coloro che vivono apertamente un rapporto non monogamo. Pertanto, la monogamia, quando scelta consapevolmente e rispettata, puo’ essere un metodo efficace per prevenirle.

Diciamo pure che la lealtà verso il proprio partner non fa bene di certo solo alla salute, ma anche alla propria credibilità. Per cui, se non si è messo in chiaro di voler volare verso altri lidi anche durante una relazione, forse è meglio evitare di prendere in giro chi si ha a fianco: lo si farebbe rischiare inutilmente, sia in termini di salute che di sofferenze emotive.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti