Influenza 2013: vietato fare sesso

Vi è un legame tra rapporti sessuali e virus e batteri? Sembrerebbe proprio di si. Scopriamolo insieme.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 15 febbraio 2013 15:32

L’influenza 2013 continua a minare la salute degli italiani. Un picco che si sta registrando in questi giorni e che, strano a dirsi, si manifesterà in tutta la sua potenza devastatrice anche per via di quest’ultimo San Valentino. Follia? No! Secondo gli esperti, la festa degli innamorati potrebbe aver causato un boom di contagi.

Influenza e sesso

Rapporti sessuali, baci e abbracci tra fidanzati e coppie sposate, potrebbero contribuire alla diffusione del virus influenzale. Se uno dei due partner è ammalato, infatti, finirà inevitabilmente per contagiare l’altro. Nessuna psicosi dunque, ma un rischio reale.

Baci, abbracci e sesso veri e propri fattori di contagio? Per quale motivo? Attraverso il contatto di due bocche, le salive si “fondono”, finendo con il trasportare i batteri da un corpo all’altro. Stesso discorso per i rapporti sessuali, dato che abbracci, carezze e “fluidi” sono strumenti di diffusione del virus influenzale.

Alla luce di ciò, dunque, è facile comprendere che le coppie sarebbero maggiormente a rischio, rispetto ai single, che possono contare su un minor contatto con altre persone e la maggiore disponibilità di spazi strettamente personali.

Influenza – Come difendersi dal contagio

Tornando a chi vive in “coppia”, vediamo come è possibile difendersi dal contagio del virus, dato che l’astensione dal sesso e da baci e abbracci potrebbe persino non bastare.

1) Pulizia accurata

Igienizzare gli spazi dell’abitazione che si condivide e lavarsi con cura. Virus e batteri, infatti, tendono a depositarsi su porte, finestre, sedie, federe, cuscini &co. Per tale ragione, sarebbe bene pulire l’abitazione almeno una volta al giorno e non condividere asciugamani, bicchieri, posate e cuscini con l’ammalato.

2) A letto

Durante la notte sarebbe bene dormire di spalle alla persona influenzata e il più distante possibile, in modo da non essere colpiti dal virus in caso di stranuti notturni.

Conclusioni

Influenza vera “tomba” dell’amore? E’ giusto mantenere le distanze con il partner ammalato per non rischiare di passare qualche settimana a letto? Qual è la vostra idea a riguardo?

14 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti