La sudorazione è un problema? Provate le microonde!

Le microonde agiscono sia sulla quantità di sudore sia sull'odore connesso. E' stato dimostrato che risolvono il problema di chi soffre di iperidrosi.

di Giorgia Martino 22 giugno 2012 18:21

E’ vero che in questo periodo fa molto caldo, ma è anche vero che in alcuni casi la sudorazione è davvero eccessiva. In realtà quando si suda non molto, ma “troppo”, si è affetti da un disturbo chiamato iperidrosi. L’iperidrosi colpisce l’1,5% della popolazione adulta, e non è semplicissimo curarla. Tuttavia sembrano esservi buone notizie dal fronte della tecnologia delle microonde. Ora non immaginatevi in una teglia infarinata pronte ad essere cotte e continuate a leggere, perché questa metodica ha migliorato la vita di nove pazienti su dieci secondo uno studio effettuato dai ricercatori della British Columbia Vancouver, risultati questi pubblicati sul Dermatologic Surgery, una rivista medica specializzata.

Il campione preso in esame con il trattamento a microonde era di trenta individui adulti. Di tale campione, tre quarti erano donne, e tutti soffrivano di una grave iperidrosi. Afferma Chih-Ho Hong, il dermatologo coordinatore dello studio:

La gravità dell’iperidrosi si valuta con una scala a 4 livelli e i nostri pazienti si collocavano negli ultimi 2, caratterizzati da una sudorazione insopportabile o difficilmente sopportabile e che interferiva pesantemente sulla vita quotidiana. Inoltre, la quantità di sudore prodotta in 5 minuti, raccolta da una carta assorbente posta nel cavo ascellare e poi pesata con una bilancia ultrasensibile, un altro criterio universalmente riconosciuto per stabilire quanto il disturbo sia serio, superava regolarmente, in alcuni casi anche di molto, i 50 milligrammi.

In quasi tutti i pazienti sono stati necessari almeno 2 cicli, ma nel 90% circa di loro si è avuta una risposta soddisfacente secondo i due criteri standard (scala del sudore e volume prodotto) anche in termini di soddisfazione personale, un giudizio derivante ovviamente dalla migliorata qualità della vita. Il fatto più importante comunque è la stabilità dei progressi registrati che si mantenevano anche a distanza di un anno dal trattamento.

E non crediamo si esageri se si parla di “miglioramento di vita”, perché trasformarsi in Paolo Bonolis in diretta tv e inondare con il proprio sudore centimetri e centimetri di stoffa non è molto sexy signore mie. Ma vediamo come funziona questa metodica delle microonde: un apparecchio emette delle microonde che surriscaldano il sottocutaneo in corrispondenza delle ghiandole sudoripare (quelle che producono sudore). Oltre alle ghiandole sudoripare, vengono trattate anche le ghiandole apocrine, che sono responsabili del cattivo odore. Quindi meno sudate e più profumate!

11 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti