La top ten degli uomini da evitare dopo il divorzio

Superare il trauma di un rapporto finito con un nuovo amore, avendo però cura di evitare il bellimbusto di turno.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 5 novembre 2012 17:46

Quali sono gli uomini da evitare in seguito ad un divorzio? Dopo uno spiacevole evento è giusto pensare a rifarsi una vita, tuttavia, è bene mantenere la testa sulle spalle e scegliere l’uomo ideale. Schiudere le porte del cuore è lecito, ma attenzione a cadere nelle mani sbagliate, visto che l’ennesima delusione potrebbe essere dietro l’angolo. Fatte le dovute premesse, andiamo a vedere la top ten degli uomini da evitare.

1) Il mitomane esaltato

In qualunque cosa riesce meglio degli altri, è il più ricco, il più bravo, il più bello, è pieno di sé e non fa che parlare dei suoi successi. Una persona così presa dal suo ego, raramente si occupa degli altri, un egoista – egocentrico cronico …. senza speranza!

2) Narcisista dedito al fitness

Un uomo che trascorre il suo tempo tra attrezzi e pesi da palestra o magari ad ammirarsi allo specchio, mentre è intento a spalmarsi una particolare cremina per rassodare i muscoli, frutto delle sue fatiche in palestra. Un uomo del genere è troppo focalizzato su sé stesso, incapace di spendere la sua vita per gli altri.

3) L’artista

Bei tempi quelli in cui era sufficiente una melodia per conquistare il cuore di una donna e far sembrare tutto alla portata. Oggigiorno la concretezza è necessaria e solo gli uccelli possono permettersi di avere la testa fra le nuvole.

4) Il damerino figlio di papà

Il classico ragazzino che sembra sempre aver la strada spianata dinanzi a sé, con le sue tantissime amicizie, le porte aperte ovunque e una pioggia di soldi pronta a cascare nel momento del bisogno. In genere un uomo del genere vede le relazioni solo come un divertimento, un simpatico diversivo nella sua sofisticata vita relazionale.

5) L’istrionico camaleonte

Un uomo in grado di repentini cambi d’umore e personalità in base ai contesti e alle situazioni. Premuroso e dolce durante il corteggiamento, volgare, rude e irritabile tra gli amici o sul lavoro. Una persona del genere è poco affidabile e può puntare l’altro in asso da un momento all’altro.

6) La “divinità” in terra

E’ convinto di essere un dono di Dio, in grado di far le fortune di chiunque lo incontri e che il mondo debba ringraziarlo. Una persona che ha occhi solo per il suo ego smisurato, immune dai sentimenti.

7) L’opportunista

Tende a chiamare solo se ha necessità, un buco libero o determinate “voglie”. Un cinico calcolatore incapace di gesti gratuiti, assolutamente da evitare.

8) Il figlio dei fiori

Sogna un mondo fatto di pace, amore e “sballo”. Oggigiorno purtroppo la vita non regala nulla, pertanto passare le giornate a fumare cannabis e a vagheggiare sogni di libertà ed uguaglianza non è il modo migliore per approcciarsi alla realtà.

9) “Peter Pan”

Ha il terrore di invecchiare e di conseguenza di comporta come un teenager. Volubile, irritabile, immaturo, è un uomo generalmente in preda agli sbalzi d’umore e poco attento ai bisogni e ai desideri altrui.

10) Il chiacchierone

Parla, parla, parla, spesso senza dir nulla di interessante. Un uomo che sembra aver il terrore del silenzio e che blatera in continuazione quasi a voler celare il suo vuoto esistenziale.

5 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti