Le 6 cose da non dire mai ad una donna prosperosa

Sebbene procaci e desiderabili, non tutte le donne convivono felicemente con un seno estremamente grosso e pertanto molto visibile.

di Simona Vitale 27 febbraio 2013 2:24

Da sempre il seno è uno dei punti di maggiore attrazione del corpo di una donna, sebbene ci siano dei momenti in cui bisogna fare attenzione ed evitare di parlarne. Le grandi tette sono come le celebrità: sono belle da vedere, ma è difficile averci a che fare. L’industria della lingerie ha creato un business multimiliardario grazie ai reggiseni di supporto o comunque miranti a far ottenere al seno di noi donne la più desiderabile delle forme. Detto questo, ci sono volte in non vogliamo sentir parlare delle nostre procaci curve.

Un sondaggio, pubblicato dall’Huffington Post, ha messo in evidenza quali sono i commenti che le donne prosperose non vorrebbero mai e poi mai sentirsi dire, più di una volta.

1. “Smettila di lamentarti, alcune donne pagherebbero per quelle!” Sicuramente è cosa buona e giusta, ma non per questo è più facile stare bene con top scollati, dovendo a volte mantenere il bottone della camicia per evitare che si apra, magari nel corso di una riunione al lavoro, o anche trovare una maglietta della giusta taglia.

2. “Ugh, sono così invidiosa!” Parte la risata nervosa. E questo vorrebbe essere un complimento? Solo perché altre le vorrebbero, non vuol dire che noi le vogliamo. Nel frattempo noi siamo bloccate con loro, così la tua gelosia è del tutto inutile.

3. I ragazzi devono proprio amarle”. Lo fanno, ma non sono loro che devono legarsi come un pollo pronto per essere cucinato, ogni volta che vogliono uscire di casa.

4. “Hai mai pensato di fare una riduzione?” Questo è semplicemente maleducato. Suggerire la chirurgia plastica di qualsiasi tipo è offensivo. Un invasivo e costoso intervento chirurgico non è mai una scelta facile.

5. “Sembri proprio una pin-up anni ’50 come Marilyn Monroe”. Sappiamo che un’affermazione del genere è intesa come un complimento, ma ci inserisce in uno stereotipo che non può essere il nostro stile naturale, facendoci sentire bloccate. Solo perché abbiamo un corpo simile ad un’icona non è detto che dobbiamo immedesimarci necessariamente in quello stile. Non siamo stereotipi.

6. “Hai mal di schiena?” Beh, grazie per la vostra preoccupazione. Costa state cercando di dirci? Tutte le curiosità sui nostri corpi dovrebbero essere dirette…. da nessuna parte. Inoltre, fa sembrare che le nostre lamentele siano valide solo se le nostre tette ci stanno causando estremo dolore fisico.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti