Le scuse più ridicole per giustificare i tradimenti

Un piccolo elenco delle giustificazioni che è meglio non addurre per tentare di riappacificarsi con il proprio partner dopo una scappatella.

di Simona Vitale 6 marzo 2013 19:43

Quando si tratta di infedeltà, pensiamo sempre di aver sentito tutte le scuse possibili per giustificare un tradimento. Non è così, a quanto pare. Mercoledì scorso, su Twitter, quando l’hashtag #ExcusesCheatersUse è diventato trending topic, ne son comparse di nuove e ancor più ridicole, insieme a quelle più classiche. Vediamo dunque quali sono e che, in ogni caso, vi sconsigliamo di utilizzare per giustificare le vostre scappatelle.

  1. “Non sapevo cosa stessi facendo. Lei non significa nulla per me”.
  2. “Ero ubriaco e non ricordo cosa stessi facendo”.
  3. “Sta mentendo. Lei è ossessionata da me!”
  4. Tutti sanno che il tuo ex ti tradiva regolarmente. Ora, improvvisamente, con me hai degli standard più elevati. Mi sembra ingiusto!”
  5. Non l’ho fatto, bimba. Perché non credi a me invece che alle voci che senti in giro?”
  6. Era solo una missione secondaria”.
  7. “Il mio telefono era scarico. Non riuscivo a trovare il caricabatterie. Giuro che non volevo ignorare le tue chiamate”.
  8. “Lei mi ha baciato. Io non ho baciato lei”.
  9. “Eravamo in pausa”.
  10. “Non è quello che sembra. Mi si è gettata addosso”.
  11. “Non c’eri mai per me quando avevo bisogno di te”.
  12. “Lei non è importante per me. Ho commesso un errore”.
  13. “Usa vezzeggiativi tipo ‘tesoro’ per non confondere i loro nomi”.
  14. “Ero ubriaco e pensavo fossi tu”.
  15. “Non mi sento desiderato/a da te”.
  16. “Un mio amico stava messaggiando con il mio cellulare”.
  17. “Quella mail è uno spam”.
  18. “Vorrei che non l’avessi scoperto. Ero sul punto di farla finita”.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti