Mieloma multiplo: ecco i fattori di rischio

EPILYMPH study, è questo il nome della ricerca condotta da un'equipe internazionale di studiosi, volta a comprendere appieno le dinamiche di questo disturbo.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 17 dicembre 2012 18:52

Agricoltori, addetti stampa, personale delle pulizie, operatori telefonici, sono queste le categorie che secondo la medicina ufficiale correrebbero maggiori rischi di essere interessate da mieloma multiplo.

Per chi non lo sapesse, il mieloma multiplo è una vera e propria forma di leucemia che va ad attaccare le plasmacellule, un tumore molto aggressivo del quale, ad oggi, è possibile conoscere i principali fattori di rischio grazie ad una recente ricerca europea, tra questi: i prodotti usati per la stampa, l’agricoltura e le pulizie.

Mieloma multiplo e fattori di rischio – Lo studio

La ricerca è stata eseguita adoperando i dati forniti da ventidue centri, dislocati in sei diverse nazioni europee e grazie allo sforzo di un’equipe internazionale di ricercatori. A rappresentare l’Italia, la dottoressa Carla Perrotta (Università del Salento).

Dai dati rilevati è stato possibile scoprire che oltre ai fattori di rischio derivanti dall’utilizzo dei pesticidi in agricoltura, bisognerebbe fare attenzione ai solventi organici utilizzati per le stampe e i prodotti igienizzanti adoperati durante le pulizie.

La ricerca, denominata “EPILYMPH study”, è stata messa in piedi al fine di indagare sul rischio di mieloma multiplo nelle persone in funzione del livello di istruzione, la professione, l’indice di massa corporea e la dipendenza dalle sigarette. A questi criteri vanno poi ad aggiungersi l’esposizione professionale a particolari rischi provenienti da: animali vivi, soluzioni chimiche, lavoro con bambini, contatto con carni e radiazioni ionizzanti. Situazioni già considerate come potenziali fattori di rischio.

L’analisi eseguita dall’equipe di ricerca internazionale ha beneficiato dei dati raccolti nel lasso di tempo che va dal 1998 e il 2004. Nel corso del periodo di studio sono stati analizzati 280 casi di mieloma multiplo, ciascuno associato a 4 soggetti sani ingaggiati come controllo, abbinati per sesso ed età.

Dai risultati è emerso che le categorie professionali più esposte al mieloma multiplo sono gli addetti alle pulizie, gli agricoltori, gli operatori radio e quelli telefonici. Per ciò che concerne giardinieri e addetti alla stampa, il numero dei casi è risultato essere troppo ridotto per poterlo reputare degno di considerazione.

Per quel che concerne i fattori di rischio già noti, è necessario citare le alterazioni genetiche e cromosomiche, unitamente all’invecchiamento. Ad essere più a rischio gli uomini, che rispetto alle donne avrebbero una maggiore predisposizione ad essere interessati dalla malattia.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti