Papilloma virus: sesso sicuro nonostante il vaccino

Le vaccinazioni Hvp non spingerebbero le ragazze a consumare rapporti sessuali non protetti.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 16 ottobre 2012 15:12

Niente sesso a rischio per le vaccinate contro il papilloma virus, lo rivela uno studio condotto dall’Università Emory di Atlanta, eseguito su oltre 500 ragazze. Nonostante l’efficacia del vaccino, dunque, le ragazze americane desiderano comunque premunirsi facendo del sesso sicuro.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Pediatrics e stando ai dati che emergono dalla stessa, sarebbe in grado di sfatare i luoghi comuni e le critiche mosse al vaccino contro il papilloma virus dalle associazioni dei genitori statunitensi. Secondo quest’ultimi, la vaccinazione porterebbe ad un incremento del sesso a rischio.

Secondo i ricercatori, i genitori non avrebbero nulla di cui preoccuparsi, visto che nell’esaminare i dati provenienti dalla città di Atlanta, non sono stati registrati incrementi dei rapporti a rischio tra le donne vaccinate.

Entrando nello specifico, la ricerca è stata eseguita un campione di ragazze vaccinate tra il 2006 e il 2007. Tra queste ne sono state selezionate oltre 100 per un test di gravidanza e più di 50 per un test della clamidia. A questi due gruppi sono state aggiunte ragazze non vaccinate contro il papilloma virus.

Dai risultati è emerso che il numero delle gravidanze è stato il medesimo tra le vaccinate e non. Per ciò che concerne le clamidia, invece, un solo caso riscontrato tra le ragazze sottoposte a vaccino e ben tre in quelle non “immunizzate”.

Alla luce di ciò, i benefici della vaccinazione contro il papilloma virus risultano più che evidenti. Il vaccino Hvp, infatti, previene la comparsa di alcuni virus, che a loro volta possono finire con il provocare tumori della cervice.

A prescindere dalla ricerca Usa, bisogna tenere a mente che il vaccino va ad affiancare e non a sostituire lo screening periodico mediante Pap test, come promosso ultimamente dal Ministero della Salute.

Proprio quest’ultimo, negli ultimi anni ha contribuito a ridurre in maniera drastica le morti per tumore, per tale ragione, il Ministero della Salute lo raccomanda alle donne tra i venticinque e i sessantacinque anni d’età. E’ bene ricordare che l’utilizzo di precauzioni  sotto le lenzuola è altamente consigliabile, dato che le malattie a trasmissione sessuale sono molteplici.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti