Prelevare sperma da un uomo morto: la legge lo consente

Utilizzare gli spermatozoi di un cadavere? A volte la realtà supera (di gran lunga) la fantasia.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 5 gennaio 2013 13:37

Prelevare lo sperma di un uomo morto per utilizzarlo a scopi riproduttivi? Ora è possibile! Un giudice di Sidney, ha dato l’ok al prelievo dal cadavere di un uomo su esplicita richiesta di una vedova australiana.

Prima della morte dell’uomo, morto suicida, la coppia stava cercando di avere un figlio tramite la fecondazione in vitro. Il tribunale di Perth si è espresso favorevolmente a solo un giorno dal suicidio dell’uomo. Una velocità invidiabile, soprattutto se si prende come termine di paragone le tempistiche della giustizia italiana.

La donna, di cui non è stata svelata l’identità, definita dai media “Signora C“, aveva provato in tutti i modi ad avere un bambino con il suo defunto marito. Dopo 2 anni di tentativi fallimentari, la coppia aveva deciso di ricorrere alla fecondazione in vitro.

Immediatamente dopo la morte, la vedova aveva chiesto espressamente all’ospedale, che aveva preso in carico il cadavere del marito, l’esecuzione di un prelievo di sperma. Purtroppo per lei, l’equipe medica della struttura sanitaria aveva prontamente rifiutato la richiesta.

Per sua fortuna James Edelman, giudice del tribunale locale di Perth (Australia) ha accolto prontamente l’istanza della donna stabilendo che la legge sui tessuti umani e sui trapianti dà la possibilità ai dirigenti sanitari di adempiere alle richieste provenienti dai familiari.

Il giudice ha inoltre incitato ad una maggiore efficienza per il futuro, al fine di evitare che i parenti dei defunti debbano rivolgersi ad un tribunale per ottenere tutte le autorizzazioni.

Stando a quanto espresso dal giudice, l’unica restrizione, sarebbe applicabile quando una persona viene a mancare in circostanze non chiare. In questi casi, è indispensabile attendere l’approvazione del coroner, ovvero del magistrato impegnato a chiarire le circostanze e le cause che hanno provocato la morte. Sentenza shock o giustizia fatta? Al di là delle singole correnti di pensiero, ciò che stupisce è la celerità della giustizia australiana.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti