Quali colori scegliere per il proprio matrimonio

Scegliere i colori giusti non vuol dire solo creare un bell'ambiente, ma anche riuscire a dar vita ad una scala emozionale da trasmettere ai propri ospiti.

di Giorgia Martino 9 ottobre 2012 14:47

Il ruolo del colore è fondamentale quando si pianifica un matrimonio o un evento speciale, così come entrano in ballo varie dinamiche legate ai colori da utilizzare come tovaglie e arredi. Non solo è necessario restare in linea con le principali tendenze di pianificazione, ma una delle prime domande da farsi è “cosa si vuole esprimere con i colori in una data situazione?”.

I colori possono influenzare notevolmente stati d’animo ed emozioni, oltre che reazioni chimiche e fisiche. Per Pablo Picasso (e chi meglio di lui poteva dirlo!?) i colori sono come i lineamenti perché seguono i cambiamenti delle emozioni. Dunque ogni colore ha dietro tutta una psicologia.

Oltre che per la tavola, per l’arredamento e per l’illuminazione di un pranzo matrimoniale, i colori sono fondamentali anche nella scelta dei fiori e dei menù! Conoscere la disponibilità stagionale di certi fiori o di certi piatti sarà importante anche per creare la giusta scenografia al rinfresco.

Ma qual è il significato di ogni colore?

–          Bianco: purezza, pulizia e innocenza nelle culture occidentali, mentre in quelle orientali indica lutto. Crea un senso di spazio per cui in una piccola stanza buia un drappeggio chiaro può fare miracoli!

–          Nero: raffinatezza, potenza ed eleganza e, se in alcune culture indica morte e lutto, in altre vuol dire vita o rinascita. La cravatta nera, in fondo, è proprio utilizzata nelle situazioni più importanti.

–          Rosso: eccitazione, passione, intensità, emozioni forti e accattivanti. Aumenta la pressione e la frequenza cardiaca ed è il colore ideale per una festa.

–          Arancione: vibrazioni, energia ed entusiasmo. Crea un ambiente giocoso per gli ospiti.

–          Giallo: allegria, calore, paura. Il giallo è anche il colore della frustrazione e della rabbia, ed è pesante da tollerare per gli occhi, per cui è meglio utilizzarlo per qualche particolare nella stanza, ma non come colore dominante.

–          Verde: naturalezza, tranquillità, genuinità, calma. Il verde allevia lo stress e aiuta a guarire.

–          Blu: pace, fiducia, lealtà. E’ un colore alquanto neutro, riduce la frequenza cardiaca, raffredda la temperatura corporea e rende produttivi e razionali.

–          Viola: libertà, saggezza, ricchezza. È un colore esotico associato al lusso e alla stravaganza, così come alla spiritualità. Può essere utilizzato per creare effetti speciali di luci.

Proprio perché ogni colore ha una psicologia e una storia, è importante scegliere non solo quelli che piacciono, ma anche quelli che combaciano meglio con una data cultura e con le emozioni che si vogliono trasmettere agli ospiti.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti