Rimedi naturali contro il cattivo odore del sudore

In estate è facile non profumare tipicamente di rosa. E se decidessimo allora di profumare di salvia?

di Giorgia Martino 23 giugno 2012 16:49

Quando arriva l’estate, il sudore diventa l’effetto collaterale più antipatico, e non solo per i vestiti che si impregnano di antiestetici aloni, ma anche per l’odore sgradevole che si rischia facilmente di emanare.

Il sudore è un meccanismo naturale del corpo umano, e serve per mantenere la temperatura corporea: infatti è proprio tramite la sudorazione che si espelle il calore in eccesso. Tuttavia quando è troppo è troppo, soprattutto in certe situazioni in cui è importante apparire in ordine e perfetti!

Esistono vari rimedi e prodotti naturali per far sì che questo problema venga “contenuto”.

Innanzitutto è importante cominciare da ciò che si mangia: non bisogna assumere troppa carne rossa, alcol, fritti e grassi animali in genere. Inoltre è meglio non bere liquidi ghiacciati, perché si mette in atto uno sbalzo termico che raffredda troppo velocemente il corpo e fa aumentare in seguito la produzione di sudore.

Se si parla invece di fitoterapia, si può utilizzare la salvia officinalis, anche nota comunemente come salvia. Si può, ad esempio, comprare in erboristeria l’olio essenziale di salvia, e aggiungerne qualche goccia nella vasca da bagno o sulla spugna che si usa per fare la doccia. Ancora, si può sciogliere nell’acqua del pediluvio, per rinfrescare i piedi che sono tra le parti del corpo meno profumate. L’azione della salvia si manifesta dopo qualche giorno di utilizzo costante, e consiste nel rendere meno attive le terminazioni nervose delle ghiandole sudoripare. La salvia non deve essere mai utilizzata in dosi massicce, e va evitata durante la gravidanza o l’allattamento.

E’ inoltre possibile creare da sé un infuso alle erbe. Basta chiudere in un contenitore una manciata di lavanda, salvia, timo, rosmarino e menta insieme ad un bicchiere di aceto di mele. Riporre il contenitore in un luogo caldo e far sedimentare per 10 giorni. A quel punto, filtrare il liquido e distribuirlo, diluito in pochissima acqua, sulle parti del corpo che sudano maggiormente.

12 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti