Salute dei bambini a rischio: ecco il motivo

Mamme sempre più preoccupate per il benessere psicofisico deii propri figli. A guardare i dati provenienti dal Biomed Central, temere è lecito.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 8 gennaio 2013 15:08

Le mamme italiane ed europee afflitte da una nuova problematica. Un nuovo studio eseguito dal Biomed Central e pubblicato sulla rivista “Environmental Health” che circa due milioni di bambini europei ogni anno vengono alla luce con livelli di mercurio troppo elevati.

Gli effetti derivanti dall’intossicazione da mercurio riguardano in particolar modo le donne in gravidanza. La ricerca del Biomed Central, ha infatti dimostrato che questa sostanza va a contaminare il feto, causando gravi danni al sistema nervoso dei più piccoli, finendo con il determinare, nei casi più gravi, un abbassamento del quoziente intellettivo e ritardi cognitivi.

Intossicazione da mercurio – I dati provenienti dalla ricerca

I ricercatori del BioMed hanno calcolato i “costi economici” causati dall’intossicazione da mercurio, prendendo il QI come termine di paragone. Secondo gli studiosi, preservando i bambini dall’intossicazione, sarebbe possibile risparmiare circa 10 miliardi di euro l’anno.

Come avviene l’intossicazione nei bambini? Al di là della normale esposizione alle particelle di metilmercurio presenti nell’aria, secondo gli studiosi la maggiore fonte di contaminazione sarebbe il pesce.

Traendo beneficio dalla ricerca DEMOCOPHES riguardante l’esposizione a sostanze chimiche rintracciabili nell’ambiente al fine di valutare l’impatto del metilmercurio sugli individui, gli studiosi hanno preso in analisi i dati legati ai campioni dei capelli di madri e bambini di tutta Europa.

Attenendosi ad una stima per difetto, oltre 1.800.000 bambini europei sarebbero esposti a livelli tossici di MeHg. Di questi, oltre 230.000 correrebbero un rischio maggiore, poiché interessati da un’esposizione cinque volte superiore.

Stando a quanto spiegato da Philippe Granjean, coordinatore dello studio, convertendo gli effetti del MeHg sullo sviluppo cerebrale in un punteggio di QI, i vantaggi provenienti da una minor assunzione di pesce e dal controllo dell’inquinamento atmosferico equivarrebbero a oltre settecentomila punti QI.

Alleviare i danni provocati dal metilmercurio grazie ad una sapiente cooperazione su scala globale. Utopia o realtà possibile?

5 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti