Salute: inizia la settimana dell’Unicef pro allattamento materno

Oggi 1° ottobre prenderà il via la Sam 2012, iniziativa volta a promuovere l'allattamento naturale.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 1 ottobre 2012 15:39

Oggi 1 ottobre 2012, partirà la Sam (Settimana per l’Allattamento Materno). Una manifestazione della durata di 7 giorni, ormai giunta alla sua quindicesima edizione. La settimana per l’allattamento materno 2012, porta con sé una dedica speciale, visto l’interesse ad omaggiare il decimo anniversario dalla pubblicazione della Strategia globale per l’alimentazione dei bambini e dei neonati da parte di Unicef e Oms.

Giacomo Guerrera, Presidente di Unicef Italia, ha sottolineato che la prestigiosa pubblicazione si pone come obiettivo quello di incrementare i tassi di allattamento al seno, specialmente per ciò che concerne i primi sei mesi di vita dell’infante. La speranza è inoltre quella di ridurre di 2/3 la mortalità infantile tra gli zero e i cinque anni.

L’Unicef è dell’avviso che, ad oggi, il calo della mortalità infantile (dodici milion di decessi annui nel 1990 contro i “soli” 7 milioni del 2011) sia da ascriversi alla presenza di interventi sanitari a basso costo (fra questi anche l’allattamento al seno).

La settimana per l’allattamento materno rappresenta anche un’occasione per avere un quadro più chiaro circa i risultati ottenuti e pianificare l’avvenire con calma. I progressi compiuti grazie ad iniziative come la comparsa di comunità quali “Amici dei Bambini dei Bambini” sono stati veramente degni di nota. Basti pensare che, dall’inizio degli anni 90, a seguito del lancio dell’iniziativa internazionale denominata “Baby Friendly Hospitals”, oltre 20.000 ospedali hanno preso parte all’iniziativa.

Ad oggi, nella maggior parte delle nazioni, gli ospedali sono in prevalenza “Baby friendly”, ovvero orientati alle necessità dei più piccoli e delle loro mamme. Ciò ha portato ad un notevole aumento dei tassi di allattamento naturale, nonostante i grossi investimenti mediatici delle multinazionali del latte artificiale.

L’inclusione di queste iniziative “Baby friendly” all’interno dei servizi territoriali, consentirà ad un numero via via maggiore di mamme di portare a conclusione l’allattamento come più lo desiderano. Previste iniziative a Vercelli, Mestre, Biella, Noale, Roma, Chivasso, Ferrara, Faenza, Viterbo, Palermo, Cervignano e Lido di Camaiore.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti