Senza reggiseno è meglio: ecco perché

Nuovi studi sfatano il mito dell'utilità del più noto capo di biancheria intima femminile che sembra rivelarsi, addirittura, dannoso.

di Simona Vitale 11 aprile 2013 10:11

Push-up? Contenitivi? Di pizzo? Parliamo di reggiseni. Da sempre parte integrante della biancheria intima di ogni donna che si rispetti, il reggiseno potrebbe essere del tutto inutile. Un gruppo di ricercatori del Centre hospitalier universitaire di Besançon, in Francia guidato da Jean Denis Rouillon, dopo aver valutato per ben 15 anni volume ed elasticità del seno di 130 donne ha sentenziato che: “Senza coppe il seno si mantiene sodo più a lungo”.

Già autore di diversi libri in materia, Rouillon ha spiegato a France Info:

I nostri primi studi danno consistenza all’ipotesi che il reggiseno sia un falso bisogno. Dal punto di vista medico, fisiologico e anatomico il seno non trae alcun beneficio dall’essere privato della sua “pesantezza”. I tessuti di sostegno non si sviluppano, il seno perde vigore e si degrada progressivamente.

Altra conclusione alla quale è giunto l’esperto francese è quella secondo cui il sostegno del reggiseno non sarebbe affatto un toccasana per la schiena. Le donne coinvolte nello studio, infatti, ritengono che fare a meno del reggiseno ha ridotto il mal di schiena.

Rouilon ha poi aggiunto:

Si abituano le ragazze a portare il reggiseno troppo presto. Per questa ragione, essendo i seni sostenuti dall’esterno mentre crescono, i tessuti di sostegno non si sviluppano. Di conseguenza le donne non possono più privarsi di questo capo d’abbigliamento. C’è una grande pressione, sociale e familiare, che posta le ragazze a indossare il reggiseno. Non è per conforto fisico, ma soltanto per conforto sociale.

Oltre 1800 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti