Sesso giornaliero per curare le donne nate senza utero e vagina

Un'intensa attività sessuale da svolgersi su base giornaliera per garantire il corretto funzionamento degli organi sessuali.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 12 novembre 2012 14:24

Sesso come cura? Due ragazze nate senza utero e vagina hanno subito la medesima operazione di ricostruzione e ad entrambe, è stato consigliato di consumare rapporti sessuali su base giornaliera.

Teatro della singolare vicenda la clinica Ruesch di Napoli. Le ragazze, di appena 20 anni d’età, hanno potuto così mettere fine ad anni ed anni di disagi psichici e fisiologici causati dalla mancanza di utero e vagina, grazie all’innovativo intervento di ricostruzione chirurgica, durato poco più di due ore ed eseguito da un team di chirurghi internazionali. Lo staff medico ha operato sotto la supervisione della dottoressa Leila Adamyan, primaria del dipartimento di ginecologia dell’Università di Mosca.

L’intervento è stato eseguito in laparoscopia, tecnica praticabile grazie a delle strumentazioni d’avanguardia, che tra l’altro hanno consentito all’equipe medica di limitare le cicatrici, rendendole meno visibili di quelle normalmente lasciate durante una regolare operazione chirurgica.

Come spiegato dallo stesso staff medico che ha eseguito la ricostruzione di utero e vagina delle due ventenni, la laparoscopia è una tecnica che consente di operare ogni tipo di problematica. Il vantaggio sta nel fatto che generalmente la degenza non va oltre i due giorni e le cicatrici che ne derivano risultano essere insignificanti (ferite di un paio di centimetri), ovvero lo spazio per l’introduzione di bisturi e affini.

Cicatrici di poco conto dunque per le due giovani, che sembrano essere state più che fortunate anche nella cura somministrata loro dai medici: sesso giornaliero. L’attività sessuale, infatti, permetterà all’organo sessuale appena ricostruito di  restare in allenamento e svolgere le sue funzioni correttamente, evitando di ritirarsi. Al di là delle possibili (e facili) ironie, non poteva esserci terapia più dolce per le due ragazze, che avranno così la possibilità di recuperare il tempo perduto e passare una convalescenza all’insegna del piacere, mariti, ragazzi o semplici partner sessuali permettendo.

10 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti