Sigaretta elettronica: ecco la verità

E-cigarette nuovo must have? Tra tendenze e polemiche, scopriamo cosa nasconde questo dispositivo elettronico.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 2 aprile 2013 16:24

Polemiche a non finire sulla sigaretta elettronica. Tra divieti, esplosioni, eventuali effetti dannosi per la salute, psicosi collettive e recriminazioni delle multinazionali del tabacco, l’e-cig è finita con il divenire un vero e proprio fenomeno di costume. Tante, troppe chiacchiere ed ilazioni sono state sprecate su questo dispositivo elettronico, che, a prescindere dalle diverse scuole di pensiero, sembra star ottenendo risultati lusinghieri in ogni angolo del pianeta contro la lotta al vizio del fumo.

Sigaretta elettronica – Composizione

L’e-cigarette presenta una batteria ricaricabile che permette di inalare il vapore di diversi composti (acqua, glicerolo, glicole propilenico, aromi alimentari e nicotina). Quest’ultima può differire nei quantitativi o essere del tutto assente, a seconda delle preferenze dello “svapatore” e del modello di sigaretta elettronica scelto al momento dell’acquisto.

Il vapore che si andrà ad inalare “svapando”, permetterà di provare una sensazione similare a quella percepita aspirando il fumo delle sigarette tradizionali. Il vantaggio sta nel fatto che, l’e-cigarette, essendo priva di combustione, presenta un rischio cancerogeno molto più lieve. Nello specifico, ciò è dovuto alla mancanza di residui originati dal suddetto processo (idrocarburi, catrame, etc).

Sigaretta elettronica – Fa male?

I giudizi positivi delle migliaia di ex fumatori che sono riusciti a smettere di fumare proprio grazie a questo dispositivo elettronico non sembrano esser riusciti ad arrestare le accuse provenienti da più parti. Ilazioni (fino a prova contraria) che hanno finito con il produrre anche effetti reali, dato che, ad oggi, non è possibile utilizzare l’e-cigarette in molti locali al chiuso, per via dell’emanazione di diversi divieti ad hoc.

Alcuni sostengono che il liquido inalato mediante la sigaretta elettronica sia nocivo per la salute. Qual è la verità? Come è ovvio che sia, i vapori emanati dall’e-cigarette sono tutt’altro che salutari, ma da lì ad essere letali ce ne passa. Per meglio comprendere gli eventuali danni derivanti dall’utilizzo di questo dispositivo elettronico, scopriamo cosa è contenuto nello stesso:

– Glicole propilenico

Una sostanza additata da molti come dannosa. Per fortuna la medesima viene utilizzata anche in qualità di additivo alimentare, contrassegnata dalla sigla E1520.

– Glicerolo

Sostanza utilizzata anche per creme e sciroppi.

– Nicotina

Presente anche nelle sigarette, il suo quantitativo varie a seconda delle indicazioni dell’acquirente e può anche essere nullo;

– Acqua

Sigaretta elettronica – La parola ai lettori

Alla luce di quanto su espresso, i vapori emessi da questo dispositivo elettronico non sembrerebbero contenere nulla di anomalo, dato che il nostro organismo tende ad assumere le medesime sostanze in altri modi. Siamo dunque dinanzi alla solita manovra denigratoria delle multinazionali del tabacco? Qual è la vostra idea in proposito?

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti