Tre consigli fondamentali per perdere peso

Secondo una ricerca recente per dimagrire bisogna prestare attenzione non solo allo schema dietetico giornaliero, ma anche ad altre piccole accortezze.

di Giorgia Martino 19 Luglio 2012 15:50
Spread the love

Se per dimagrire bisogna necessariamente ridurre andare in deficit calorico (meno calorie ingerite o più calorie consumate), è anche vero che ci sono tantissimi elementi di “contorno” che fanno la differenza. Chi ha già provato a perdere o peso avrà sicuramente notato che la riuscita o meno di questa battaglia deriva anche da tantissime situazioni, come ad esempio lo stress delle attività che si stanno svolgendo, l’appoggio di parenti, amici e familiari, il proprio stato d’animo personale ecc.

Secondo una ricerca del Fred Hutchinson Cancer Research Centre di Seattle, in particolar modo, tre sono le colonne per chi vuole tornare in forma e perdere peso:

  1. Evitare di mangiare al ristorante. Al ristorante non si sa come condiscono le pietanze, il pane sulla tavola risulta spesso accattivante per fare la famosa e gustosa “scarpetta” nel piatto e in compagnia è difficile rinunciare al dolce e agli alcolici.
  2. Non saltare i pasti. Quando si decide di non cenare o di non fare colazione per risparmiare con le calorie, semplicemente ci si sta preparando a triplicare le calorie da ingerire al pasto successivo, perché si arriverà con una tale fame che si sbraneranno anche i piatti di ceramica (e non sappiamo quante calorie abbia un piatto di ceramica signore mie!).
  3. Annotare ciò che si mangia su di un “diario alimentare”. Questa buona abitudine aiuta a tenere presente e a monitorare ciò che si sta ingerendo, in che situazione psicologica, e se si sgarra si potrà capire più facilmente il motivo perché lo si sarà annotato. E da un errore nasce il modo di evitarlo la volta successiva.

Lo studio è avvenuto su 123 donne in sovrappeso tra i 50 e i 75 anni, messe a dieta dimagrante per un anno: quelle che hanno compilato il diario alimentare hanno perso in media 2,7 chili in un anno; quelle che invece tendevano a saltare i pasti hanno acquistato 3,7 chili (visto che mangiavano di più al pasto successivo) e le donne che andavano più spesso al ristorante dopo un anno si sono ritrovate con 2,3 chili in più. Questi risultati sono stati pubblicati sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics.

La Dottoressa Anne Mc Tiernan, la coordinatrice della ricerca, afferma a tal proposito:

Per chi sta cercando di perdere peso la cosa fondamentale è tener conto dell’importanza di mantenere un diario alimentare per raggiungere gli obiettivi calorici giornalieri.

È difficile apportare modifiche alla dieta quando non si presta  attenzione a ciò che si mangia ed è importante mantenere il conto delle proprie calorie con onestà, essere precisi misurando le porzioni e leggere attentamente le etichette.

Commenti