Tumori e capelli rossi: aumenta il rischio melanoma

Una chioma rossiccia aumenterebbe il rischio di contrarre il cancro, a rivelarlo una ricerca condotta dai ricercatori del Massachussetts General Hospital.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 6 novembre 2012 23:44

Secondo una ricerca pubblicata recentemente sulla rivista “Nature”, tumori e capelli rossi avrebbero un legame stretto. I ricercatori del Massachussetts General Hospital hanno infatti condotto degli studi  su dei topi, dimostrando che i pigmenti che consentono ai capelli di assumere un colorito rosso possono provocare tumori.

Entrando nello specifico, durante la ricerca, gli studiosi del Massachussetts General Hospital hanno preso in esame non solo i topi di pelo rosso, ma anche quelli albini e di pelo nero. I ricercatori hanno analizzato la formazione del melanoma nei topi che presentavano un pelo in condizioni similari ai capelli rossi umani, scoprendo che il pigmento rosso sarebbe in grado di agevolare la formazione di tumori, anche senza l’esposizione ai raggi Uv.

Un dato che ha colto di sorpresa gli studiosi, visto che quest’ultimi prima di compiere la suddetta ricerca, erano dell’idea che il maggior rischio di contrarre il melanoma provenisse dalle protezioni più deboli delle persone con i capelli rossi e un colorito chiaro nei confronti dei temuti raggi Uv.

Non a caso, le persone che presentano un colorito di pelle tendenzialmente chiara e che faticano ad assumere un colorito bronzeo, hanno anche dei problemi nella produzione di eumelania, un pigmento che va a svolgere una funzione di assorbimento dei raggi ultravioletti. In sostituzione dell’eumelania, le persone con i capelli rossi vanno a produrre un pigmento che prende il nome di feomelanina, che purtroppo non svolge una protezione adeguata contro i raggi Uv.

Nonostante ciò, i ricercatori hanno tenuto a precisare che il rischio di contrarre tumori è correlato alle caratteristiche individuali di ognuno, pertanto, i dati che emergono da questo studio sono da intendersi come meramente indicativi. La speranza è che la medicina ufficiale possa mettere a punto dei rimedi in grado di prevenire i melanomi e migliorare l’efficacia degli strumenti diagnostici.


1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti