Tumori: ecco come farli suicidare

Può un cancro togliersi "togliersi la vita" in maniera autonoma? Provocazione? Scopriamolo insieme.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 26 marzo 2013 21:24

Far suicidare i tumori? Un’ipotesi possibile, almeno stando ai risultati prodotti da una ricerca “Made in Italy, condotta dai ricercatori dell’Università di Urbino. Lo studio in questione ha permesso di scoprire che il maltolo, una sostanza presente in tantissimi alimenti di uso comune (malto, cicoria, caffè, cocco) può causare il “suicidio” delle cellule tumorali.

Tumori – Come farli suicidare

Stando a quanto spiegato da Marco Fanelli, coordinatore della ricerca, l’equipe da lui diretta ha provveduto a monitorare alcuni modelli neoplastici, ovvero delle colture cellulari in vitro, scoprendo la sensibilità di quest’ultime a delle molecole che prendono il nome di maltonis e malten. Le cellule, in reazione ai trattamenti, in primis arrestano la normale duplicazione e in seguito, danno vita ad un processo biologico in grado di provocare la loro stessa autodistruzione.

Secondo gli scienziati essere ottimisti sarebbe più che lecito, dato che le prime dimostrazioni hanno finito con il produrre risultati veramente interessanti, facendo emergere straordinarie proprietà biologiche in grado di causare una riduzione considerevole della massa tumorale. Attenendosi a quanto affermato da Fanelli, queste nuove molecole agirebbero mediante dei processi del tutto inediti riconducibili a modificazioni nella struttura della cromatina. Il suddetto processo di azione, mai rilevato prima d’ora su molecole ad azione antineoplastica, sarebbe alla base per un potenziale sviluppo in grado di sfruttare strategie alternative con cui colpire le cellule tumorali.

Alla luce dei risultati ottenuti, i ricercatori dell’Università di Urbino, nutrono la speranza di dar vita ad una nuova cura contro i tumori. Un’ipotesi che sembra realizzabile, partendo da una base naturale, specialmente per tutti quelle forme di cancro che ancora non hanno una vera e propria terapia o che derivano da una recidiva.

Tumori e alimentazione – Conclusioni

Non è certo un mistero che un regime alimentare equilibrato è quanto c’è di meglio per prevenire e contrastare il cancro. Al di là dei prossimi sviluppi medici, pertanto, sarebbe bene fare largo consumo di alimenti contenenti malto, unitamente a legumi, frutta e verdura.

86 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti