Tumori, false cure anticancro: business in espansione

Sedicenti "stregoni" calati nelle vesti di medici dell'ultima ora, pronti ad offrire terapie alternative contro il cancro, un'allarme sempre più concreto.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 6 dicembre 2012 19:07

False cure anticancro, un business in costante crescita. In Italia aumentano i malati di tumore che, travolti dalla disperazione, finiscono con il ricorrere a “guaritori” improvvisati che promettono terapie antitumorali miracolose.

Un business sempre più redditizio, perpetrato da moderni “stregoni” senza scrupoli, che pur di arraffare denaro finiscono con l’ingannare persone disperate, magari alle prese con uno stato avanzato della malattia.

Tumori Le false cure anticancro più gettonate

Bicarbonato, tisane frutto della miscelazione di varie erbe, veleno dello scorpione, sono tante le terapie proposte che spesso si rivelano essere inutili, costose e in molti casi dannose per la salute.

A lanciare l’allarme, il ginecologo Salvo Di Grazia, che ha pensato bene di aprire il portale “Medbunker, le scomode verità”, impreziosendolo con testimonianze e documenti che permettono di smontare le diverse cure alternative proposte dai vari “santoni” di turno.

Le stime parlano di circa 1.000 italiani avvicinatisi a queste “cure miracolose anticancro”, prescritte da falsi medici senza scrupoli o ex tali, pronti a speculare sulla salute altrui per amore del denaro, del tutto insensibili alla sofferenza dei malati di tumore.

False cure anticancro – Le cifre

Il business originato da questi sedicenti medici è a 6 zeri, anche se secondo Di Grazia sarebbe estremamente difficile compiere una stima precisa, dato che chi tende a far ricorso a queste tipo di cure è portato a nasconderlo per via della vergogna e del senso di impotenza provato in seguito al fallimento delle stesse.

Per ciò che concerne l’estero, invece, è possibile fare delle stime. Ad esempio in Australia, è stato calcolato un giro d’affari pari a 2.4 miliardi di dollari australiani, mentre negli Stati Uniti, il business delle cure alternative anticancro raggiungerebbe quasi 35 milioni di dollari annui.

Cifre che fanno riflettere su questo fenomeno strettamente connesso alla diffusione di internet. E’ proprio sul web, infatti, che vengono reclamizzati queste fantomatiche cure anticancro, con decine di forum di supporto in cui una moltitudine di utenti finisce con l’esaltarne l’efficacia.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti