Cibo addio, meglio mangiare polvere: ecco i vantaggi

Esseri umani come acari? Non proprio, ma la creatività umana, talvolta permette l'impossibile.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 18 marzo 2013 17:44

Mangiare polvere al posto degli alimenti tradizionali? E’ possibile dare l’addio al cibo nutrendosi in questo modo piuttosto particolare? A ritenerlo tale è Rob Rhinehart, un ingegnere di soli 24 anni, che ha ideato il Soylent, un composto in grado di contenere qualsiasi sostanza nutritiva di cui necessita l’organismo umano per sopravvivere.

Secondo l’ingegnere, gli esseri umani perderebbero troppo tempo per acquistare gli alimenti, cucinarli e mangiarli, senza considerare il consistente esborso economico. Per tale ragione, ha deciso di produrre il Soylent, che altro non è che un mix di polveri che vanno sciolte nell’acqua.

Per circa 1 mese, Rhinehart ha evitato il cibo, sottoponendosi alle analisi del sangue e monitorando le proprie prestazioni fisiche. Per quel che concerne le performance mentali, l’uomo ritiene che sia piuttosto difficile quantificarle, tuttavia, ha dichiarato di essersi sentito molto più perspicace.

Alimentazione e cibo in polvere – Possibilità concreta?

Gli alimenti tradizionali hanno i giorni (o gli anni) contati? Difficile a dirsi, fatto sta che l’esperimento del giovane ingegnere sembra essersi tradotto in un successo. Cessare di nutrirsi con dei pasti tradizionali, per assumere pasti in polvere, quella che sembrava una follia degna dei migliori film di fantascienza, è stata realizzata senza troppi affanni da quello, che almeno all’apparenza, sembra essere un ragazzo come tanti.

Rhinehart ha dichiarato sul suo blog di essere riuscito a creare il cocktail con all’interno tutte le sostanze di cui l’organismo necessita per sopravvivere, estrapolando le sostanze in forma chimica da diverse fonti, fino alla composizone del Soylent.

E per quel che concerne il sapore? Secondo il geniale inventore, il suo gusto sarebbe eccezionale. Un pasto formidabile e completo, contenuto in un solo bicchiere, in grado, tra l’altro, di garantire un senso di sazietà sul lungo periodo.

Stando a quanto affermato da Rhinehart, basterebbero 2-3 bicchieri al giorno di Soylent per mantenersi in perfetta forma. Non a caso il giovane ha deciso di adottarlo nella sua alimentazione, con i seguenti vantaggi:

–          Niente piatti da lavare;

–          Niente frigorifero;

–          Niente detervisivi per lavare stoviglie e affini;

–          5 minuti giornalieri per la preparazione del Soylent

–          50 euro mensili per ottenere 2 pasti completi al giorno

49 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti