Come comportarsi quando i figli se ne vanno di casa

Dal rafforzare la coppia al costruire nuovi rapporti

di Miss Milla 6 aprile 2014 10:00

Il momento in cui i figli se ne vanno di casa per iniziare una nuova vita, è difficile per i genitori, dopo essersi occupati di loro e avergli dedicato tempo e affetto, possono sentirsi soli, svuotati e tremendamente tristi. La sindrome del nido vuoto, fa riferimento a questa situazione, si tratta di un sentimento di solitudine generato dalla partenza di uno o più figli dalla famiglia.Questa situazione fa sì che i genitori smettano di sentirsi importanti per i loro figli e si sentano irritabili e angosciati.

Per riuscire a superare questo momento, innanzitutto è necessario rafforzare la coppia, cercate di rinnovare l’ intimità, condividendo gli interessi comuni e scoprendone insieme altri, in modo da occupare il tempo in maniera piacevole. Più riuscirete ad avere dei progetti e più vi sentirete utili e soddisfatti. Non dovete infatti trascurare la vostra autostima, avete molte cose da fare ancora, soprattutto dedicandovi ai voi stessi, in maniera spensierata.

Inoltre cercate di parlare tra voi e confidatevi, non dovete vergognarvi dei vostri momenti di debolezza, è normale dopo tanti anni che vi manchino i vostri figli, sfogatevi e ricordate i vecchi momenti, con la certezza però che ce ne saranno altri altrettanto piacevoli. Potete anche dedicarvi allo sport come valvola di sfogo, oppure prendere un animale da compagnia come antidoto contro lo stress.

Infine arricchite la relazione con vostro figlio.Col passare del tempo, la relazione con vostro figlio cambierà positivamente. La maturità promuoverà un altro tipo di comunicazione più ricca. Non lascerete mai il vostro ruolo di genitori, i vostri figli saranno sempre lì per voi.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti