Festa del papà: ecco la ricetta delle zeppole di San Giuseppe

Festeggiare i papà di tutta Italia all'insegna della golosità? Con un po' di impegno è possibile realizzare dei meravigliosi dolci.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 19 marzo 2013 18:39

Forse non tutti sanno che è possibile “vivere” la festa del papà anche in tavola, grazie ad un dolce napoletano come le zeppole di San Giuseppe.  Una ricetta estremamente gustosa, realizzabile anche fra le mura domestiche.

Stando alla leggenda, questo dolce risalirebbe all’epoca romana e il suo creatore sarebbe proprio San Giuseppe, in grado di dar vita a questa ricetta durante la nota fuga in Egitto. Ecco dunque spiegato il motivo per il quale le deliziose frittelle imperversano durante la festa del papà.

Zeppole di San GiuseppeRicetta

Ingredienti

–       500 ml di acqua

–       120 grammi di sugna (in alternativa burro)

–       2 pizzichi di sale

–       13 uova

–       500 ml di latte intero

–       220 grammi di zucchero

–       5 tuorli d’uovo

–       80 grammi di farina

–       1 stecca di vaniglia

Preparazione della ricetta

In primis è necessario preparare la crema pasticcera, facendo bollire il latte insieme alla stecca di vaniglia. Lasciare poi che si raffreddi e passare la soluzione prodotta con il colino.

Fatto ciò, a parte, sbattere le uova, aggiungendo lo zucchero a quest’ultime e successivamente della farina, per poi unire il latte al composto, avendo cura di mescolare fino a che quest’ultimo non sia perfettamente amalgamato.

Eseguite queste operazioni, bisognerà mettere il tutto in un tegame e a cuocere a fiamma lenta, avendo cura di girare di continuo ed evitando la comparsa di grumi. Una volta che la crema si sarà addensata, è possibile spegnere la fiamma e lasciare raffreddare.

Per ciò che concerne l’impasto, occorre far bollire l’acqua e il burro o la sugna in un tegame. Raggiunta l’ebolizzione, togliere dal fuoco aggiungendo la farina e mescolando. Una volta amalgamato, rimettere sul fuoco e lasciare cuocere a fuoco lento, fino a quanto la pasta non va a staccarsi dal tegame.

A quel punto bisognerà lasciar raffreddare e aggiungere le uova (una per volta) lavorando il composto con energia servendosi delle mani, fin quanto quest’ultimo non diventa denso.

Bisognerà poi preparare dei quadrati di carta da forno, ungendoli lievemente con dell’olio. La pasta dovrà essere immessa in una siringa per pasticceri e versata su ciascun quadrato creando delle specie di ciambelle.

Quest’ultime andranno poi fritte con la base di carta di forno in una pentola. Abbondare pure con l’olio, che dovrà essere bello caldo. Quando quest’ultimo diverrà bollente e le zeppole saranno conte, tendendosi a staccare dalla carta da forno, bisognerà dorarle e fare asciugare su della carta assorbente. Appena asciutte, bisognerà guarnirle con amarene, crema pasticcera e zucchero a velo.

15 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti