Le proprietà dei carciofi

Come mangiarli

di Miss Milla 2 marzo 2016 10:31

Il carciofo è una pianta dalle particolari proprietà di origine mediterranea, con un fusto robusto e ramificato. La sua altezza può raggiungere un metro e venti centimetri. È un ortaggio ben conosciuto e consumato fin dai tempi antichi, era già utilizzato come alimento dal popolo egiziano ed in seguito dai greci e dai romani.

Il carciofo viene raccolto da ottobre a giugno e molte specie fioriscono più volte durante l’anno.

Sul mercato esistono diverse qualità di carciofi, tondeggianti o allungati, con spine o senza, in diverse tonalità di verde e con sfumature violacee. Le varietà di carciofocoltivate nel mondo sono circa 90.

Il carciofo è un alimento tonico e digestivo, contiene molto ferro, le attività farmacologiche più note sono: Coleretica, la Cinarina contenuta nel carciofo provoca un aumento del flusso biliare e della diuresi. Epato-protettrice, è l’azione più conosciuta e utilizzata.

l segreto delle sue virtù risiede nella cinarina, la sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro e molte delle sue proprietà benefiche eterapeutiche.

Contiene lo 0,15 % di grassi, il 3,1 % di proteine, il 5,4 % di fibre, l’1 % di zuccheri, l’85 % di acqua % e l’1,1 % di ceneri.

Questi i minerali del carciofo: è ricco di potassio, contiene calcio, sodio, fosforo, ferro, magnesio, zinco, rame, manganese e selenio.

Il carciofo contiene vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B12, vitamina C,vitamina E, K e J.

I carciofi possono essere consumati come condimento per la pasta, ma anche cucinati in padella con aglio e mentuccia, oppure a spicchi e poi fritti, per allietare il palato.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti