A quanti mesi cammina un bambino?

Informazioni utili per i genitori in ansia quando un bambino comincia a camminare tardi

di Anna Maria Cantarella 7 giugno 2016 11:00
quando comincia camminare bambino

Tutti i genitori vivono con ansia le diverse fasi dello sviluppo di un bambino. In particolare, se arrivati a 12 mesi il bimbo ancora non accenna a camminare mentre gli altri coetanei già cominciano a muoversi con indipendenza più o meno accentuata, è normale che i genitori comincino ad avere dubbi sulla salute del bimbo e sul suo sviluppo motorio.

Quindi, a quanti mesi cammina un bambino? Come regola generale, vale il principio che il percorso dell’indipendenza motoria dei bambini comincia a 12 mesi circa, ma questa età è solo un’indicazione di massima e non è una regola, infatti ci sono bambini che cominciano a fare i primi passi da soli attorno ai nove mesi e altri che tardano un po’ a decidere di camminare soli. A volte, i bimbi che iniziano a gattonare molto presto, si adeguano a questo stile di movimento e non hanno voglia di sperimentare la camminata in piedi; altre volte invece, uno scivolone o una brutta caduta, per un bimbo un po’ spericolato, possono produrre la conseguente paura di rimettersi a camminare in piedi da soli.

In ogni caso, se lo stato di salute generale del vostro bambino è normale non c’è motivo di preoccuparsi inutilmente. Se un bambino a 16 mesi non cammina da solo non c’è motivo di allarmarsi, anche perchè statisticamente la soglia massima per lo sviluppo motorio è l’età di 18 mesi. Superato questo periodo, se le cose non migliorano sarà il pediatra a stabilire se è il caso di fare ulteriori approfondimenti.

Come insegnare a camminare a un bambino? Abbiamo alcuni consigli. Non tentate mai di forzare i vostri bambini a camminare. Non costringeteli a fare qualcosa per cui non sono pronti ma aiutateli a sviluppare la loro indipendenza motoria lasciandoli liberi il più possibile, nella massima sicurezza. Se il vostro bimbo non cammina, lasciatelo a giocare per terra – preferibilmente a piedi nudi – per dargli modo di relazionarsi in autonomia con lo spazio attorno a sè. Non siate genitori iperprotettivi perchè rischiate solo di aumentare le ansie del vostro bambino. Infine, evitate il girello. E’ assolutamente sconsigliato perchè non consente lo sviluppo adeguato della muscolatura e imprime all’andatura una direzione sbagliata.

Photo Credits | MNStudio / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti