A cosa fanno bene i fiori di zucca

E come cucinarli

di Miss Milla 25 luglio 2015 10:18

I fiori di zucca vengono molto utilizzati durante il periodo estivo, vediamo insieme quali sono le sue proprietà ed in che modo è possibile cucinarli per avere un sapore gustoso e delicato al tempo stesso.

Quando sono crudi, apportano pochissimi grassi saturi e sodio, per il 90% sono composti da acqua e sono una buona fonte di vitamina A, C, B1, B2, B3, B9, ferro, calcio magnesio, fosforo e potassio.

Questa verdura è ricca di calcio e fosforo, ma è anche raccomandata per le persone che soffrono problemi di osteoporosi. Tra le altre virtù stimolano la formazione di enzimi riparatori e anticancerogeni, favoriscono la formazione di globuli bianchi.

Inoltre difendono l’organismo dalle infezioni e dagli attacchi esterni; proteggono da alcuni problemi della vista come la cataratta e la retinopatia diabetica; evita l’ossidazione del colesterolo cattivo. In ultimo, i fiori di zucca svolgono anche un’azione digestiva.

Possono essere cucinati in diversi modi, il più classico è il fiore di zucca fritto con mozzarella e alici o mozzarella e mortadella. Sono una squisitezza e rappresentano uno dei piatti più buoni per l’estate.

Possono anche essere cotti al forno oppure essere utilizzati come condimento per la pasta al forno o anche in quella fredda insieme a pomodorini, mais e tonno.

Il fiori di zucca è utile anche per la decorazione dei piatti, il suo colore e il suo aspetto sono in grado di abbellire le vostre creazioni culinarie. E’ un alimento molto versatile per il suo gusto molto fine ma anche saporito, dunque utile per dare un tocco personale.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti